Saluto al Sole

Tonifica la muscolatura, conferisce forza ed elasticità al corpo, rinforza la schiena, la colonna vertebrale, i pettorali le articolazioni, le gambe e le braccia. Inolte regola il sonno, la memoria, aiuta le difese immunitarie, l’attività cardiaca, il sistema nervoso, l’attività delle ghiandole endocrine, in particolare della tiroide, e gli organi dell’apparato digestivo (fegato, stomaco, intestino, reni).

Questi sono i benefici del saluto al sole una sequenza di 12 posizioni Yoga facilmente eseguibili da tutti al mattino appena alzati, che in pochi minuti riattivano il nostro corpo donandoci pace e serenità per iniziare una nuova giornata. Il sole è anche l’energia viva dentro di noi che attraverso questa pratica millenariaviene stimolata favorendo unriequilibrio energetico generale del nostro corpo e anche della nostra mente.

Surya Namaskara, il nome originario della sequenza, riesce a mettere in moto il 90% dei gruppi muscolari del corpo, che vengono attivati in modo sequenziale e allo stesso modo le grandi articolazioni. In uno studio recente due gruppi di soggetti omogenei sono stati analizzati sotto sforzo. Il gruppo che aveva praticato Surya Namaskara ogni giorno per 24 settimane rispetto a quello che non lo aveva praticato ha sviluppato un performance migliore di circa il 30%.

LA SEQUENZA

Potete seguire queste indicazioni o guardare il video in fondo.

State eretti, con i piedi uniti e le mani giunte davanti al petto. Sentite il contatto dei piedi col pavimento e tenete il collo ben eretto. Espirate.
Inspirando, distendere le braccia verso l’alto e flettere il tronco all’indietro.
Espirando, piegarsi in avanti partendo dai fianchi. Appoggiare i palmi delle mani a terra a fianco dei piedi, se possibile appoggiando il viso alle ginocchia.
Inspirando, stendere la gamba sinistra indietro. Contemporaneamente piegare il ginocchio destro e guardate in alto sollevando il mento.
Trattenendo il respiro, portare il piede destro indietro, accanto al sinistro. Il corpo deve formare una linea dritta.
Espirando, appoggiare a terra le ginocchia, il petto e la fronte, tenendo sollevati il bacino e lo stomaco.
Inspirando, sollevare la parte superiore del corpo stendendo le braccia. Guardare in alto
Espirando, con le mani a terra, portare la punta dei piedi in avanti e spingere le natiche verso l’alto e indietro. Spingere i talloni e la testa in direzione del pavimento.
Inspirando, portare il piede sinistro tra le mani. La gamba destra si troverà tesa all’indietro, con il ginocchio appoggiato a terra.
Espirando, portare la gamba destra vicino alla sinistra e il bacino verso l’alto, avvicinando il viso alle gambe.
Inspirando, portare le braccia distese in avanti, poi verso l’alto e quindi oltre la testa, piegandosi all’indietro con le mani unite.
Tornare in posizione eretta ed espirare. Ripetere la sequenza partendo con la gamba destra.

Dr. Bruno Maria Camerani

Specialista in Osteopatia, si occupa di aiutare il paziente ad intraprendere un percorso di consapevolezza volto a ripristinare un nuovo equilibrio grazie a tecniche osteopatiche strutturali, viscerali, cranio-sacrali, fasciali, di energia muscolare, somato-emozionali e biodinamiche volte a stimolare nel corpo del paziente il meccanismo di autoguarigione e ad aiutare la persona a comprendere la causa del suo sintomo. Attualmente svolge la sua attività in libera professione presso il suo studio privato di Roma, Frascati e Ciampino.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*