Sei costantemente affamato? Questo è solo uno dei sintomi di eccesso di zucchero nel sangue. La maggior parte pensa che solo i diabetici sono affetti da un aumento di zucchero nel sangue, ma la verità è che chiunque può avere questo tipo di sintomi causati da cibi molto dolci che dovrebbero essere evitati da tutti, come bibite, caramelle, torte o biscotti ripieni.

 

A seconda di ciò che si mangia, tutti possono avere un aumento degli zuccheri nel sangue. Il vero problema è quando i livelli di zucchero nel sangue rimangono elevati per un lungo periodo di tempo, che può causare gravi problemi di salute.

Oltre al cibo, anche altri fattori possono causare l’aumento della glicemia, ad esempio:

L’uso di droghe chimicheAlcuni problemi di salutestressLa mancanza di esercizio fisicoEssere con il livello elevato di zucchero non significa necessariamente che si ha il diabete, essendo solo un sintomo. Altri sintomi che indicano l’eccesso di zucchero nel sangue sono:

secchezza delle fauci

Aumento della sete

Stimolo ad urinare frequentemente

la fame costante

estrema stanchezza

pelle secca

aumento di peso e grasso addominale in eccesso

difficoltà di concentrazione

offuscamento della vista

infezioni ricorrenti

problemi di stomaco

problemi nervosi

lenta guarigione delle ferite e tagli

impotenza.

Per ridurre questi sintomi, si raccomanda il consumo di alimenti a basso indice glicemico. Se non sei diabetico, che può essere sufficiente a risolvere il problema.

Gli alimenti con basso indice glicemico vengono digeriti e assorbiti lentamente dal corpo e producono un aumento graduale ed equilibrato di zuccheri nel sangue. Questi alimenti sono molto benefico per la salute perché riducono i livelli di zucchero nel sangue e la resistenza all’insulina.

Le diete a basso indice glicemico hanno anche benefici in termini di controllo del peso perché aiutano a controllare l’appetito. Mangiare questi alimenti e vi sentirete la differenza:

mela

banana

pera

anguria

melone

kiwi

limone

carota

yogurt bianco

broccoli

quinoa

cece

patata americana

cipolla

fagiolo bianco

lenticchie

noci

farine funzionali (cocco, banane verdi, melanzane, frutto della passione, semi di lino)

Ma ricordate, per iniziare una dieta, è sempre importante consultare uno specialista

Dr. Bruno Maria Camerani
Specialista in Osteopatia, si occupa di aiutare il paziente ad intraprendere un percorso di consapevolezza volto a ripristinare un nuovo equilibrio grazie a tecniche osteopatiche strutturali, viscerali, cranio-sacrali, fasciali, di energia muscolare, somato-emozionali e biodinamiche volte a stimolare nel corpo del paziente il meccanismo di autoguarigione e ad aiutare la persona a comprendere la causa del suo sintomo. Attualmente svolge la sua attività in libera professione presso il suo studio privato di Roma, Frascati e Ciampino.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*