Abbiamo più volte fatto presente quanto, per stare bene, sia necessario non solo mangiare correttamente, ma anche purificare i nostri organi e il nostro sangue da tutte le scorie e le tossine che entrano nel nostro organismo.

I reni, in particolare, sono un organo molto importante nel processo di purificazione del nostro corpo. Per questo, è necessario che il loro lavoro sia sempre ottimale.

Questi organi, infatti, filtrano il sangue sbarazzandosi di tutte le scorie assimilate attraverso il cibo consumato. Sono una sorta di meccanismo difensivo che rimuove circa 2 l di materiale di scarto e di acqua in eccesso, espulsi dal corpo attraverso l’urina.

Troppo materiale tossico può causare peròun’infiammazione alle vie urinarie, alla vescica o anche l’insorgenza di malattie renali. Ecco perché è sempre necessario prestare attenzione a ciò che mangiamo e a come questo può influire sui diversi organi del nostro corpo, e fare di tutto per agevolarne il corretto funzionamento.

I nemici più pericolosi per i nostri reni sono: proteine animali, sale, dolcificanti artificiali, bibite gassate, prodotti lattiero-caseari, caffeina e sigarette.

Per depurare i reni è importante seguire una dieta equilibrata, a basso contenuto di proteine e grassi saturi, evitando alcool, caffeina, tabacco e medicinali inutili.

Importante anche bere molta acqua, almeno 8 bicchieri al giorno, e fare in modo di evitare cibi contaminati da metalli e pesticidi, cercando di scegliere sempre prodotti biologici.

Anche i succhi di frutta naturali aiutano molto i nostri reni. Un valido contributo in questo senso può essere fornito dai mirtilli e dal melograno. Secondo alcuni, infatti, questi frutti, oltre a fornire una buona quantità di antiossidanti naturali, migliorerebbero le funzioni renali, prevenendo la formazione di calcoli (questo vale soprattutto per i mirtilli).

Ai succhi di frutta naturali potreste unire anchecentrifugati di verdura, come carota, barbabietola e sedano.

Non finisce qui. Esistono anche numerosetisane che ci aiutano a depurare i reni. Particolarmente utili al nostro scopo, sono: l’ortica, il tarassaco, la bardana, l’uva ursina, l’equiseto, il cardo mariano e lo zenzero. Labardana, in particolar modo, aiuta i reni a liberarsi delle tossine accumulate. La maggior parte di questi alimenti, poi, hanno un discreto effetto diuretico.

L’ortica, invece, è ricca di vitamina C, potassio, ferro e silicio. Stimola fegato e reni e aiuta l’organismo a liberarsi dalle sostanze di scarto. Ha un potente effetto diuretico e aiuta a drenare i liquidi. Abbiamo già visto inoltre che, per i reni, le piante migliori sono verdure come finocchi, radicchio e lattuga.

Se desiderate aiutare la normale funzione dei vostri reni, rendendo più efficiente il loro lavoro di spazzini del vostro corpo, potete provare ad assumere questa particolare bevanda.

Gli ingredienti necessari a realizzarla sono:

mezzo limone1 kiwi¼ tazza di noci1 banana½ mazzetto di prezzemolo fresco1 tazza di acqua

Frullate tutti gli ingredienti, aggiungete l’acqua e continuate a miscelare fino ad ottenere una consistenza liscia.

Consiglio extra: Se volete arricchire questa bevanda, potete aggiungere agli ingredienti la metà di un avocado sbucciato e una manciata di spinaci freschi o di cavolo.

Dr. Bruno Maria Camerani

Specialista in Osteopatia, si occupa di aiutare il paziente ad intraprendere un percorso di consapevolezza volto a ripristinare un nuovo equilibrio grazie a tecniche osteopatiche strutturali, viscerali, cranio-sacrali, fasciali, di energia muscolare, somato-emozionali e biodinamiche volte a stimolare nel corpo del paziente il meccanismo di autoguarigione e ad aiutare la persona a comprendere la causa del suo sintomo. Attualmente svolge la sua attività in libera professione presso il suo studio privato di Roma, Frascati e Ciampino.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*