E’ la principale dimostrazione di affetto dell’essere umano, è bellissimo, ci fa stare bene e sembra il miglior modo per comunicare la nostra situazione emotiva. Basta tenere in braccio un bambino, accarezzare un animale, ma soprattutto abbracciare con affetto per attivare un profondo cambiamento benefico nel corpo. Perché ci piacciono tanto gli abbracci? La spiegazione sarà così positiva che da ora in avanti cercherai di abbracciare il più possibile e più a lungo.

E’ un gesto primordiale e rappresenta il primo momento di contatto tra la mamma e il bambino dopo la sua nascita. I vantaggi dell’abbraccio sonosia fisici che psicologici. Faremmo durare l’abbraccio a lungo ma le regole sociali ci fanno spesso desistere dal continuare quel momento piacevole, per questo nel mondo è sempre più diffuso il fenomeno dei Free Hugs,ovvero ritrovarsi nelle piazze e abbracciare tutti quelli che incontri a lungo.

Sul sito www.abbracciliberi.it è possibile seguire gli eventi e leggere le testimonianze dei movimenti italiani. Ecco i 10 principali benefici.

Paul Zak, pioniere della neuroeconomia, consiglia almeno otto abbracci al giorno per essere più sani, più felici e godere di migliori relazioni. Nel suo libro La Molecola della Fiducia spiega come una molecola nel nostro cervello sia in grado di regolare il comportamento degli uomini innescando un circolo virtuoso fondato sull’amore e sullaprosperità. Questa molecola è l’ossitocina e viene rilasciata in abbondanza in abbracci che durano più di 20 secondi.

1) RIGENERA IL CORPO

Un semplice abbraccio migliora l’ossigenazione del sangueperché stimola la produzione di emoglobina, che trasporta l’ossigeno ai tessuti. Fornisce quindi energiaall’organismo, lo ripulisce dalle sostanze di scarto, previene la formazione di ambienti in cui lemalattie proliferano e ringiovanisce le cellule.

2) STIMOLA LA GUARIGIONE

Gli abbracci stimolano nel nostro organismo la produzione di sostanze benefiche che permettono l’autoguarigione e l’autoriparazione delle cellule e dei tessuti. Abbracciare è considerata una terapia che stimola il sistema immunitario, riduce lapressione arteriosa, il dolore mestruale, allevia il mal di testa, diminuisce l’ansia, riduce lostress e la depressione, allenta ilnervosismo e cura l’insonnia.

3) SINCRONIZZA GLI EMISFERI CEREBRALI

Quando due persone si abbracciano avviene, infatti, una specie di sincronizzazione cerebrale, al seguito della quale i tracciati elettroencefalografici arrivano a sovrapporsi. Solitamente gli emisferi destro e sinistro generano segnali che sono sovente indipendenti gli uni dagli altri, e la sincronizzazione emisferica è una condizione insolita, in cui l’attività elettrica del cervello è equilibrata.

Una delle maggiori autorità nel campo della sincronizzazione cerebrale, il Dott. Lester Fehni afferma la sincronizzazione cerebrale aumenta enormemente il potenziale del proprio cervello, non solamente per ciò che riguarda il proprio sviluppo ed apprendimento, ma anche per diventare ricettivi ad altri livelli di coscienza.

4) RAFFORZA L’AUTOSTIMA

Come afferma Katheleen Keating nel suo libro La terapia dell’abbraccioIl contatto fisico non è solo qualcosa di piacevole, ma è anche necessario per il nostro benessere psicologico, emotivo e corporeo, e accresce l’allegria e la salute dell’individuo e della società. L’abbraccio è una forma molto speciale di toccare che fa sì che si accetti meglio sé stessi e che ci si senta meglio accettati dagli altri”.

Un abbraccio grazie all’ormoneossitocina apporta molti benefici alla nostra salute mentale e fisica: aiuta arilassare, calma paure ed ansie, aumenta il senso di sicurezza, ci fa sentire protetti, fiduciosi e incrementa la nostra forza personale.

5) TERAPIA NATURALE CONTRO LA DEPRESSIONE, ANSIA E STRESS

L’abbraccio può essere considerato come una terapia naturale e completamente gratuita contro ladepressione come affermano gli scienziati del Canadian Community Health Survey.

Abbracciarsi è un ottimo rimedio peralleviare lo stress. Il merito anche stavolta è dell’ossitocina in grado di abbassare i livelli degli ormoni dello stress, in particolare del cortisolo.

In caso di ansia e panico l’abbraccio può diventare una vera e propriaterapia grazie agli ormoni del benessere, serotonina (l’orme del buon umore) e dopamina (l’ormone del piacere) prodotti insieme all’ossitocina che stimolano una sensazione di maggiore calma e dipace. Maggiori saranno gli abbracci, maggiori saranno le endorfinerilasciate e gli effetti saranno evidenti.

6) E’ IL VERO NUTRIMENTO DELL’ANIMA

Se il bambino piange, non c’è nulla di più efficace di un abbraccio per calmarlo. Solo l’abbraccio della mamma può calmare realmente il neonato. La psicoterapeuta statunitense Virginia Satir diceva: “Ci servono 4 abbracci al giorno per sopravvivere. Ci servono 8 abbracci al giorno per mantenerci in salute. Ci servono 12 abbracci al giorno per crescere.

Veeresh, il famoso terapista di Osho, afferma:

“Gli psicologi sono ora ben consapevoli del fatto che a meno che un bambino venga abbracciato, gli mancherà del nutrimento. Come il corpo ha bisogno di cibo, così l’anima ha bisogno d’amore. Puoi soddisfare tutti i bisogni fisici del bambino, puoi dargli tutti i comfort fisici, ma se manca l’abbraccio il bambino non crescerà un essere integro. Da qualche parte rimarrà profondamente triste, senza cura, rifiutato, ignorato. E’ stato accudito, ma non nutrito.

E’ stato osservato che un bambino che non è abbracciato comincia a dimagrire, può perfino morire, sebbene tutto il resto gli venga dato. Se per quello che riguarda il corpo, gli viene data ogni cura, ma non c’è amore intorno al bambino, lui diventeràisolato; diventerà disconnessodall’esistenza.”

7) MIGLIORA LA PRESSIONE ARTERIOSA E LA FREQUENZA CARDIACA

Uno studio ha riscontrato che le donne avevano valori di pressione arteriosa più bassa dopo un breve episodio dicaloroso contatto con il proprio partner. 20 secondi di abbracci, tenendosi 10 minuti per mano, riduce anche gli effetti fisici dannosi dello stress, tra i quali l’impatto sulla pressione sanguigna e sulla frequenza cardiaca.

Il neurologo Shekar Raman, ha affermato che “Un abbraccio, una pacca sulle spalle, e perfino una stretta di mano amichevole, vengono elaborati dal centro della ricompensa nel sistema nervoso centrale, ed è questo il motivo per cui essi possono avere un forte impatto sulla psiche umana, facendoci provare felicità o addirittura gioia … e non ha importanza se il contatto viene ricevuto o dato.

Uno studio ha scoperto che un terzo delle persone non riceve abbracci quotidiani e che ben il 75%, ha dichiarato di desiderare più abbracci. Più serotonina, dopamina e ossitocina significa più felicità, più piacere e più serenità nella nostra vita. Ecco spiegato perché è bello abbracciare e ora approfittane ogni volta e cerca di farlo durare più di 3 secondi. Puoi togliere l’imbarazzo condividendogli questo articolo

Dr. Bruno Maria Camerani
Specialista in Osteopatia, si occupa di aiutare il paziente ad intraprendere un percorso di consapevolezza volto a ripristinare un nuovo equilibrio grazie a tecniche osteopatiche strutturali, viscerali, cranio-sacrali, fasciali, di energia muscolare, somato-emozionali e biodinamiche volte a stimolare nel corpo del paziente il meccanismo di autoguarigione e ad aiutare la persona a comprendere la causa del suo sintomo. Attualmente svolge la sua attività in libera professione presso il suo studio privato di Roma, Frascati e Ciampino.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*