Abbiamo parlato più volte dei benefici che meditazione e yoga possono apportare al nostro corpo e, soprattutto alla nostra mente. Il Pranayama, o respiro consapevole, è un controllo ritmico del respiro che corrisponde al quarto stadio dello yoga.

Insieme al Pratyahara, è una pratica conosciuta come ricerca interiore, utile a controllare respirazione e mente. La parola, nello specifico, è formata di due parti: prana, fiato, respiro, e ayama, controllo. Questo controllo del respiro consta di quattro classiche fasi:

Inspirazione;
pausa respiratoria dopo l’inspirazione;
espirazione;
pausa respiratoria dopo l’espirazione.
Se eseguita correttamente e gradualmente, questa tecnica permette al nostro organismo di liberarsi di diversi malesseri.

Il respiro, infatti, è uno strumento potente, che unisce il corpo alla mente. Quando ci concentriamo e colleghiamo il respiro al movimento, riusciamo a sviluppare gradualmente lunghezza, profondità e ritmo della nostra inspirazione ed espirazione. Riuscire a sincronizzare queste due fasi crea un equilibrio che si riflette nel corpo e nella mente.

esercizi di respirazione

Per approfondire questa particolare pratica dello yoga, provate questo processo, costituito da 6 passi, una volta al giorno per 30 giorni:

scegliete la posizione di yoga (da seduti) che preferite. Fate in modo che sia una postura per voi comoda e sicura.
Chiudete gli occhi e smettete di respirare, naturalmente, per un attimo. Nel farlo, ascoltate il polso rallentare, cercando di prendere consapevolezza sulla vostra mente e il vostro corpo e, una volta creato un collegamento, trasferite la connessione a tutto il vostro essere.
Ora, spingete più in fondo il respiro, riempiendo d’aria il vostro ventre e il vostro petto. Nel farlo, concentratevi nel sentire la vostra forza vitale.
Espirate lentamente e completamente attraverso le narici; siate pazienti mentre rilasciate l’aria, fatelo senza fretta.
Sempre tenendo questa posizione, respirare profondamente per almeno 90 secondi. Questo è un modo per disintossicare e depurare l’organismo.
Notate eventuali sensazioni e disagi che sorgono nel vostro corpo. Notate il disagio mentale come se fosse l’ego che vuole fuggire dalla postura. Ogni respiro è una fonte di informazioni preziose per voi.

La mente trascorre la maggior parte del suo tempo a riprodurre ricordi del passato o sforzarsi di immaginare come gli eventi futuri potranno svolgersi. Questi cicli ripetitivi di pensiero portano una carica emozionale. Pensieri negativi, che si basano sulla paura, ci schiavizzano in schemi abituali di comportamenti inconsci negativi.

Nello yoga, questi schemi vengono chiamati Samskaras. Fino a quando queste particelle contenenti emozioni, pensieri o desideri sono dentro di noi, continueranno a influenzarci a livello inconscio.

Quindi, anche se non siete degli esperti di yoga, una pratica quotidiana di pranayama è una delle risorse più preziose che avete per la vostra salute e il benessere generale. La respirazione consapevole consente di alzare organicamente i livelli di energia nel corpo e predispone al rilassamento.

Cercate di ritagliare cinque minuti ogni mattina per esercitarvi nel respiro consapevole e vedrete come questa pratica ridurrà lo stress e vi aiuterà ad allineare mente e corpo

Dr. Bruno Maria Camerani
Specialista in Osteopatia, si occupa di aiutare il paziente ad intraprendere un percorso di consapevolezza volto a ripristinare un nuovo equilibrio grazie a tecniche osteopatiche strutturali, viscerali, cranio-sacrali, fasciali, di energia muscolare, somato-emozionali e biodinamiche volte a stimolare nel corpo del paziente il meccanismo di autoguarigione e ad aiutare la persona a comprendere la causa del suo sintomo. Attualmente svolge la sua attività in libera professione presso il suo studio privato di Roma, Frascati e Ciampino.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*