“Il grande educatore ed esoterista Rudolf Steiner raccomanda di non dire mai dei “no” ai bambini – ‘non devi’, ‘non farlo’, ‘non puoi’ – soprattutto se perentori, perché questo danneggia i loro corpi sottili in formazione e soprattutto il Sé.

Il sistema consigliato è di virare in positivo ogni richiesta, in questo modo per esempio: se il bambino parla a voce troppo alta, invece di intimargli con tono imperativo di non urlare, gli si chiede con dolcezza di abbassare la voce.

I ‘no’ però danneggiano anche il tuo Sé, che è sempre in fase di sviluppo, e di conseguenza i tuoi corpi sottili; soprattutto i ‘no’ che dici a te stesso.

Se vuoi mandare a lui e agli altri tuoi corpi dei messaggi su quello che desideri da te stesso, tieni sempre presente questa modalità: anziché ordinargli con piglio militaresco di non mangiare troppo (fumare, bere, mangiarsi le unghie, avere paura…), suggerisci di mangiare quello che basta perché tu stia bene, in modo che non solo il tuo corpo fisico venga nutrito, ma anche tutti gli altri.

Anche altri verbi di costrizione, quali volere e dovere, non sono molto graditi al Sé, perché vincolano la sua libertà. Cerca quindi di evitarli: potrebbero scatenare reazioni di “bastian contrario” poco auspicabili.

Tutto questo può sembrare cosa di poco conto, ma, come ben sai per averlo sperimentato nella vita oggettiva, ogni volta che esiste un passaggio di informazione, occorre che il linguaggio sia adeguato: ad esempio, se voglio avere uno scambio con una persona che conosce solo il tedesco – e io non parlo quella lingua – la comunicazione non potrà esistere o sarà estremamente scarsa.

Lo stesso succede con il tuo Sé; parlagli con un linguaggio che possa capire, con il suo, che è fatto di dolcezza, di cortesia, di comprensione, d’amore, di pazienza e di positività.

Perseverando, questo atteggiamento ti diventerà così abituale che lo adotterai con chiunque, migliorando in questo modo la qualità della vita tua e del tuo prossimo.”

Dede Riva, Nuove Meditazioni Quotidiane, Edizioni Mediterranee.

Dr. Bruno Maria Camerani
Specialista in Osteopatia, si occupa di aiutare il paziente ad intraprendere un percorso di consapevolezza volto a ripristinare un nuovo equilibrio grazie a tecniche osteopatiche strutturali, viscerali, cranio-sacrali, fasciali, di energia muscolare, somato-emozionali e biodinamiche volte a stimolare nel corpo del paziente il meccanismo di autoguarigione e ad aiutare la persona a comprendere la causa del suo sintomo. Attualmente svolge la sua attività in libera professione presso il suo studio privato di Roma, Frascati e Ciampino.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.