Domande? Noi abbiamo la risposta.

Cerca tra le domande frequenti quelle che possono soddisfare la tua curiosità, oppure proponi tu un quesito al Dott. Camerani.

Domande? Noi abbiamo la risposta.

Cerca tra le domande frequenti quelle che possono soddisfare la tua curiosità, oppure proponi tu un quesito al Dott. Camerani.

Cos'è l'Osteopatia?

E’ una filosofia, un’arte ed una scienza olistica basata sull’approccio globale alla persona. L’Osteopatia non si limita a curare le evidenze di una malattia, bensì agisce sulle sue cause, all’origine, escludendo l’utilizzo di farmaci.

Chi è l'Osteopata?

L’osteopata è diplomato in scuole private che, dopo una formazione di 6 anni (se ha frequentato il corso part-time) o di 5 anni (allievo di scuole full-time), diventa libero professionista in campo osteopatico dopo aver sostenuto l’esame unico nazionale, con la discussione di una tesi specifica in osteopatia di fronte a Commissione esterna.
Ad oggi sono ci sono scuole di osteopatia italiane riconosciute dal Roi, Registro Osteopati Italiani, da Confosteopatia, dall’Associazione Professionale degli Osteopati, insieme ad altri istituti che non fanno capo ad alcun registro o associazione di categoria.

Serve la prescrizione medica per andare dall’osteopata?

Gli osteopati sono professionisti della salute di “primo contatto”, il che significa che non occorre essere riferiti a loro da un medico. Il passaparola rimane ad oggi il principale mezzo utilizzato per giungere dall’osteopata, su suggerimento di amici o conoscenti che hanno ottenuto giovamento dai trattamenti osteopatici.

Come si diventa osteopati?

Al momento sono due percorsi formativi possibili: uno di 6 anni, part-time, a cui si accede con una laurea di primo livello in discipline mediche, quindi laurea in medicina, fisioterapia, odontoiatria oppure in scienze motorie, e l’altro invece quinquennale a tempo pieno, a cui si può accedere con la scuola media superiore.
Il 9 novembre 2010, l’Oganizzazione Mondiale della Sanità ha definito le Linee guida per la formazione in osteopatia.

Esiste un corso universitario riconosciuto?

No, i percorsi formativi osteopatici part-time e full-time, ad oggi, sono tenuti da scuole private per via del mancato riconoscimento statale. Ciononostante sono diverse le scuole di Osteopatia in Italia che collaborano con ospedali o con centri universitari, così come si fa sempre più importante l’integrazione di questa disciplina con i medici delle diverse specializzazioni.

Qual è la differenza tra osteopatia e chiropratica?

Il punto comune è che le due discipline si basano esclusivamente sulla pratica manuale. Tuttavia, possiamo distinguere almeno due principali differenze: la chiropratica si esercita unicamente nel campo articolare, mentre l’osteopatia interviene certo nel campi osteo-articolare, ma anche cranio-sacrale (legame tra il cranio, la colonna vertebrale e l’osso sacro) e viscerale (azioni sulla mobilità degli organi viscerali).
Il campo di applicazione dell’osteopatia è dunque più ampio.
Un’altra differenza è riscontrabile nel tempo e nel numero di sedute, che per gli osteopati vanno da 30 minuti a 1 ora per una media di 3 sedute circa, e per i chiropratici va dagli 8 ai 15 minuti, per un numero di sedute che va da 10 a 15.

Quali sono i principi dell'osteopatia?

  • La struttura e la funzione sono interdipendenti;
  • Il corpo è un’unità funzionale;
  • L’integrità del meccanismo articolare con la libertà di ogni segmento corporeo sono necessari per il buon funzionamento del sistema nervoso autonomo che regola la vaso motricità;
  • Il corpo ha la capacità di “auto guarirsi”;
  • La regola dell’arteria è suprema.

In cosa aiuta l'osteopatia?

L’osteopatia aiuta a riequilibrare le funzioni vitali e agisce con uno scopo curativo e anche preventivo. Le indicazioni per un trattamento osteopatico sono molto ampie e indicate per tutte le fasce di età.

Gli osteopati trattano i bambini?

La pratica osteopatica interessa molti ambiti e tutte le fasce d’età. Dal periodo di gravidanza a quello neonatale, l’osteopata può essere d’aiuto per tutti i disturbi tipici della neonatologia e della pediatria. Il trattamento osteopatico è volto sia ai disturbi pediatrici più comuni, come otiti, dolori addominali, coliche, problemi digestivi, a quelli meno comuni come la plagiocefalia, dislessia etc.

Consulta le sezioni specifiche:

Gli osteopati fanno l'anamnesi?

Si. Ogni seduta osteopatica si apre con un’attentissima anamnesi per la raccolta dei dati clinici, finalizzata a raccogliere una serie di informazioni sul quadro clinico del paziente e a trarre informazioni su antecedenti e stile di vita.

Come avviene un trattamento osteopatico?

Dopo l’anamnesi iniziale, l’osteopata procede con un esame obiettivo per comprendere la causa del disturbo e, in seguito, un esame di tipo osteopatico per mettere in relazione i diversi sistemi del corpo. L’osteopata procede con il trattamento e darà indicazioni per l’eventuale seduta successiva.

Cosa vuol dire manipolare?

Significa trattare con le mani un tessuto osseo, muscolare o viscerale con un approccio molto dolce e leggero, e comunque sempre rispettoso dei tessuti. L’osteopata ricerca le zone più rigide che possono anche essere dolenti, cercando con vari metodi di “liberarli” e di ristabilire la mobilità, offrendo al paziente una sensazione di leggerezza e immediato benessere che si protrarrà nel tempo.

L'osteopatia necessita di esami strumentali?

Radiografie,risonanza magnetica e altri strumentali  sicuramente sono uno strumento utile all’osteopata, anche per una diagnosi di esclusione.

L'osteopata prescrive farmaci?

Assolutamente no, sia per legge che per vocazione. Lo stesso Andrew Taylor Still ha fondato l’osteopatia nel 1874 formulando una disciplina terapeutica che non si fondasse sugli stessi principi della medicina ufficiale, bensì su una filosofia metodologica manipolativa utile sia per la diagnosi che per la terapia.
Il principale mezzo a disposizione dell’osteopata, infatti, sono le sue stesse mani. La palpazione manuale riesce a rilevare le rigidità e tensioni e, con il trattamento manipolativo, a ristabilirne la mobilità.

L'osteopata collabora con altri professionisti della salute?

Spesso gli osteopati si avvalgono di collaborazioni con discipline affini, che conservano un approccio olistico alla cura della persona. Non sono peraltro escluse collaborazioni con medici specialisti.

Quante sedute ci vogliono per avere risultati?

Ovviamente dipende dal tipo di problema per il quale si va da un osteopata. Generalmente possono essere sufficienti 2-3 sedute per avere degli ottimi risultati. Una volta ripristinato un corretto equilibrio potrebbe essere necessario ,in base al proprio problema, ritornare in periodi spesso “critici” quali i cambi di stagione  o in quei mesi in cui sappiamo essere più a rischio per i nostri problemi.

Con che frequenza si fanno le sedute?

Dipende dal problema ,in linea generale in una fase acuta ( tipo colpo della strega…)può passare anche una sola settimana tra le sedute. Nel caso di una problematica cronica solitamente si aspettano 2-3 settimane.

È sufficiente il trattamento dell’osteopata per risolvere i miei problemi?

È spesso utile associare alla terapia osteopatica, in base a quello che emergerà durante la seduta, esercizi da fare a casa e se necessari anche consigli alimentari e/ o integratori naturali.

Cos’è l’Osteopatia?

E’ una filosofia, un’arte ed una scienza olistica basata sull’approccio globale alla persona. L’Osteopatia non si limita a curare le evidenze di una malattia, bensì agisce sulle sue cause, all’origine, escludendo l’utilizzo di farmaci.
Chi è l’osteopata?

L’osteopata è diplomato in scuole private che, dopo una formazione di 6 anni (se ha frequentato il corso part-time) o di 5 anni (allievo di scuole full-time), diventa libero professionista in campo osteopatico dopo aver sostenuto l’esame unico nazionale, con la discussione di una tesi specifica in osteopatia di fronte a Commissione esterna.
Ad oggi sono ci sono scuole di osteopatia italiane riconosciute dal Roi, Registro Osteopati Italiani, da Confosteopatia, dall’Associazione Professionale degli Osteopati, insieme ad altri istituti che non fanno capo ad alcun registro o associazione di categoria.

Serve la prescrizione medica per andare dall’osteopata?

Gli osteopati sono professionisti della salute di “primo contatto”, il che significa che non occorre essere riferiti a loro da un medico. Il passaparola rimane ad oggi il principale mezzo utilizzato per giungere dall’osteopata, su suggerimento di amici o conoscenti che hanno ottenuto giovamento dai trattamenti osteopatici.

Praesent a ornare enim?

Aliquam ante neque, tristique a posuere eu, dapibus in magna. Donec elementum mattis pellentesque. Etiam adipiscing mollis velit, ac molestie magna elementum a. Proin viverra convallis erat ac tempus. Nam scelerisque luctus pulvinar. Ut feugiat, felis a luctus malesuada, enim nulla vehicula leo, laoreet dapibus purus purus eu metus. Quisque rutrum ultrices urna, eget adipiscing justo ultrices et.

Aliquam luctus blandit dolor eget blandit?

Duis feugiat euismod porta. Nulla sapien tellus, consectetur vitae ullamcorper nec, malesuada sed ligula. Phasellus sollicitudin malesuada rutrum. Fusce fermentum viverra augue vitae molestie. Donec sodales, eros vitae pellentesque imperdiet, elit odio cursus nibh, nec mollis augue nulla a nisi. Vivamus elementum tempor diam a rhoncus. Donec justo lorem, eleifend a viverra vel, consequat consequat turpis.

Suspendisse a libero et urna tincidunt auctor?

This is the example answer. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Integer pretium dignissim metus at tempus. Mauris in elit in urna bibendum tincidunt ac eget velit. Quisque eget metus sed mi sollicitudin pretium. Fusce et leo ligula. Aliquam blandit cursus luctus. Ut a metus dolor, vel egestas nulla. Aliquam ultrices pretium risus vel tempor. Mauris hendrerit ante at ipsum lobortis id eleifend tortor iaculis.

Suspendisse a libero et urna tincidunt auctor?

This is the example answer. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Integer pretium dignissim metus at tempus. Mauris in elit in urna bibendum tincidunt ac eget velit. Quisque eget metus sed mi sollicitudin pretium. Fusce et leo ligula. Aliquam blandit cursus luctus. Ut a metus dolor, vel egestas nulla. Aliquam ultrices pretium risus vel tempor. Mauris hendrerit ante at ipsum lobortis id eleifend tortor iaculis.

Praesent a ornare enim?

Aliquam ante neque, tristique a posuere eu, dapibus in magna. Donec elementum mattis pellentesque. Etiam adipiscing mollis velit, ac molestie magna elementum a. Proin viverra convallis erat ac tempus. Nam scelerisque luctus pulvinar. Ut feugiat, felis a luctus malesuada, enim nulla vehicula leo, laoreet dapibus purus purus eu metus. Quisque rutrum ultrices urna, eget adipiscing justo ultrices et.

Aliquam luctus blandit dolor eget blandit?

Duis feugiat euismod porta. Nulla sapien tellus, consectetur vitae ullamcorper nec, malesuada sed ligula. Phasellus sollicitudin malesuada rutrum. Fusce fermentum viverra augue vitae molestie. Donec sodales, eros vitae pellentesque imperdiet, elit odio cursus nibh, nec mollis augue nulla a nisi. Vivamus elementum tempor diam a rhoncus. Donec justo lorem, eleifend a viverra vel, consequat consequat turpis.

Aliquam luctus blandit dolor eget blandit?

Duis feugiat euismod porta. Nulla sapien tellus, consectetur vitae ullamcorper nec, malesuada sed ligula. Phasellus sollicitudin malesuada rutrum. Fusce fermentum viverra augue vitae molestie. Donec sodales, eros vitae pellentesque imperdiet, elit odio cursus nibh, nec mollis augue nulla a nisi. Vivamus elementum tempor diam a rhoncus. Donec justo lorem, eleifend a viverra vel, consequat consequat turpis.

Suspendisse a libero et urna tincidunt auctor?

This is the example answer. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Integer pretium dignissim metus at tempus. Mauris in elit in urna bibendum tincidunt ac eget velit. Quisque eget metus sed mi sollicitudin pretium. Fusce et leo ligula. Aliquam blandit cursus luctus. Ut a metus dolor, vel egestas nulla. Aliquam ultrices pretium risus vel tempor. Mauris hendrerit ante at ipsum lobortis id eleifend tortor iaculis.

Praesent a ornare enim?

Aliquam ante neque, tristique a posuere eu, dapibus in magna. Donec elementum mattis pellentesque. Etiam adipiscing mollis velit, ac molestie magna elementum a. Proin viverra convallis erat ac tempus. Nam scelerisque luctus pulvinar. Ut feugiat, felis a luctus malesuada, enim nulla vehicula leo, laoreet dapibus purus purus eu metus. Quisque rutrum ultrices urna, eget adipiscing justo ultrices et.

Fusce at elit et enim vestibulum ullamcorper?

Duis feugiat euismod porta. Nulla sapien tellus, consectetur vitae ullamcorper nec, malesuada sed ligula. Phasellus sollicitudin malesuada rutrum. Fusce fermentum viverra augue vitae molestie. Donec sodales, eros vitae pellentesque imperdiet, elit odio cursus nibh, nec mollis augue nulla a nisi. Vivamus elementum tempor diam a rhoncus. Donec justo lorem, eleifend a viverra vel, consequat consequat turpis.

Praesent a ornare enim?

Aliquam ante neque, tristique a posuere eu, dapibus in magna. Donec elementum mattis pellentesque. Etiam adipiscing mollis velit, ac molestie magna elementum a. Proin viverra convallis erat ac tempus. Nam scelerisque luctus pulvinar. Ut feugiat, felis a luctus malesuada, enim nulla vehicula leo, laoreet dapibus purus purus eu metus. Quisque rutrum ultrices urna, eget adipiscing justo ultrices et.

Suspendisse a libero et urna tincidunt auctor?

This is the example answer. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Integer pretium dignissim metus at tempus. Mauris in elit in urna bibendum tincidunt ac eget velit. Quisque eget metus sed mi sollicitudin pretium. Fusce et leo ligula. Aliquam blandit cursus luctus. Ut a metus dolor, vel egestas nulla. Aliquam ultrices pretium risus vel tempor. Mauris hendrerit ante at ipsum lobortis id eleifend tortor iaculis.