Chi avrebbe mai detto che in un bicchiere di latte si potessero nascondere 20 diversi antibiotici, analgesici e ormoni della crescita? Invece è proprio così, come è stato scoperta da alcuni ricercatori dell’Università di Jaen in Spagna che hanno effettuato delle analisi molto sofisticate sul latte vaccino, il latte di capra e il latte materno. Nei vari tipi di latte sono state trovate una ventina di sostanze estranee, in quello vaccino la percentuale maggiore. Anche se le quantità sono minime e non provocano seri effetti sulle persone di qualsiasi età.

Lo studio che ha portato a questa scoperta è stato pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry e dimostra come ormai i composti chimici creati dall’uomo abbiano invaso la catena alimentare, inoltre dando validità ad un test che potrebbe essere applicato anche su altri alimenti e che sarebbe in grado di farci scoprire cosa nascondono. Tra le sostanze scovate nel latte vi sono tracce di acido niflumico, mefenamico e chetoprofene, comuni analgesici usati per animali e persone.
http://ilfattaccio.org/2012/09/18/latte-ec…un-bicchiere-2/

Dr. Bruno Maria Camerani

Specialista in Osteopatia, si occupa di aiutare il paziente ad intraprendere un percorso di consapevolezza volto a ripristinare un nuovo equilibrio grazie a tecniche osteopatiche strutturali, viscerali, cranio-sacrali, fasciali, di energia muscolare, somato-emozionali e biodinamiche volte a stimolare nel corpo del paziente il meccanismo di autoguarigione e ad aiutare la persona a comprendere la causa del suo sintomo. Attualmente svolge la sua attività in libera professione presso il suo studio privato di Roma, Frascati e Ciampino.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*