Riesce a rompere i cristalli di acido ossalico presenti nei reni e nel sistema muscolare sciogliendo i reumastimi e rafforzando i muscoli grazie al potassio e all’azione antinfiammatoria. Ideale per chi ha problemi alla prostata e al cuore, la sua azione depurativa è conosciuta fin dall’antichità da romani, greci ed egizi.
Sto parlando degli asparagi, che sebbene abituati a mangiarli in risotti o cucinati in altri piatti, possono darci tutte le loro proprietà solo se consumati crudi: l’ideale è farne il succo tramite l’estrattore o centrifuga, o in mancanza, frullarli con un pò d’acqua. Siccome sono molto efficaci è meglio non esagerare nelle quantità e va consumato lontano dai pasti principali.

LEGGENDARI AFRODISIACI

I Greci ritenevano che gli asparagi fossero un alimento afrodisiaco per chiunque ne facesse un uso regolare. Napoleone III li reputava indispensabili durante le sue cene private. Luigi XIV, talmente tanto devoto al giardiniere che li coltivò tutto l’anno, gli fece erigere una statua in suo onore. Senza contare, poi, che anche un erborista inglese del 1600, Nicholas Culpepper, scrisse che gli asparagi “suscitano desiderio negli uomini e nelle donne”.
La motivazione? Gli asparagi sono una ricca fonte di potassio, fibre, vitamina B6, vitamina A, e C, acido folico e tiamina o vitamina B1. Le quantità di vitamina E contenute negli asparagi, inoltre, stimolano gli ormoni maschili, favorendo una vita sessuale sana e una maggiore virilità.

AZIONE DEPURATIVA

Grazie a pochissimi livelli di sodio, al potassio in alta concentrazione, alla presenza di purine e alla molta acqua contenuta, gli asparagi riducono il ristagno di liquidi. Questa proprietà è preziosa nei casi di accumulo di liquidi (di origine cardiaca, gotta, reumatismi).
Infatti, una delle caratteristiche più note degli asparagi riguarda lo stimolo alla diuresi. Questo effetto depurativo e drenante permette all’organismo di smaltire liquidi in eccesso e tossine.

GLI ASPARAGI RAFFORZANO L’INTESTINO E IL SISTEMA IMMUNITARIO

Contengono inulina, che è una fonte ideale di nutrimento per la flora batterica, con particolare riferimento ai lactobacilli. Gli asparagi supportano la digestione e fungono da antinfiammatorio naturale.

MILLE BENEFICI DEGLI ASPARAGI

Il cromo contenuto nell’asparago migliora la capacità dell’insulina di trasportare il glucosio dal flusso sanguigno alle cellule dell’organismo, prevendo il diabete tipo2 e alcune forme di cancro (alle ossa, al seno, al colon, alla laringe e ai polmoni). Inoltre, l’acido folico, associato alla vitamina B12, previene i disturbi cognitivi dovuti all’avanzamento dell’età.

Possiamo considerare gli asparagi come un integratore naturale per facilitare la depurazione, rinforzare le difese immunitarie, eliminare le tossine, contrastare la ritenzione idrica, l’invecchiamento cutaneo e la cellulite. Secondo alcuni studi aiutano a bilanciare l’umore.

Se avete l’estrattore una ricetta per un succo supersalutare è: 300 gr di asparagi puliti, 750 gr di carote pulite, 200 gr di sedano pulito. Alla fine spremerci il succo di un limone

Dr. Bruno Maria Camerani

Specialista in Osteopatia, si occupa di aiutare il paziente ad intraprendere un percorso di consapevolezza volto a ripristinare un nuovo equilibrio grazie a tecniche osteopatiche strutturali, viscerali, cranio-sacrali, fasciali, di energia muscolare, somato-emozionali e biodinamiche volte a stimolare nel corpo del paziente il meccanismo di autoguarigione e ad aiutare la persona a comprendere la causa del suo sintomo. Attualmente svolge la sua attività in libera professione presso il suo studio privato di Roma, Frascati e Ciampino.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*