Per capire la natura della malattia dobbiamo tener conto di certe verità fondamentali.

La prima di queste è che l’uomo possiede un’Anima che è il suo sé Reale:un Essere potente,Divino,un Figlio del Creatore di tutte le cose,di cui il corpo,anche se ne è il tempio terrestre,non è che il suo più minuto riflesso.

Il secondo principio è che noi,così come ci percepiamo in questo mondo,siamo personalità giunte quaggiù allo scopo di acquisire tutta la conoscenza e l’esperienza che può essere ottenuta attraverso l’esistenza terrena,di sviluppare le virtù di cui siamo in difetto e di spazzare via tutto ciò che abbiamo di sbagliato,avanzando così verso la perfezione della nostra natura.L’Anima su quale ambiente e quali circostanze ci saranno di maggior aiuto nel conseguire ciò,per cui egli ci pone in quel settore della vita più adatto al nostro scopo.

Terzo,dobbiamo comprendere che il breve passaggio su questa terra,che noi chiamiamo vita,non è altro che un momento nel corso della nostra evoluzione.Le nostre Anime,cioè i nostri Noi reali,sono immortali,e i corpi di cui siamo consapevoli sono temporanei,semplici cavalli che usiamo per fare un viaggio o strumenti che usiamo per un lavoro.

Un artista per creare la sua opera d’arte,deve avere tutti gli strumenti necessari per comporla.Si deve circondare di pennelli,di colori,di matite.Ma la cosa più importante che l’artista deve trovare e cercare costantemente è quel stato di quiete.Il suo Spirito infinito.Questo avviene anche per i poeti,e gli scrittori.

Ecco,noi siamo composti da queste due parti essenziali.Siamo composti da due corpi.Un corpo invisibile,composto da infinite energie,e un corpo materiale e visibile.Quando incominciamo a conoscere questa prima tappa e prendiamo consapevolezza di queste strane forze che si sovrappongono e non si separano,incominciamo anche a conoscere che andiamo oltre a questi due aspetti,ma che sono allo stesso tempo fondamentali per la creazione della nostra vita.Senza gli strumenti materiali o corporali non esisteremmo.Senza strumenti invisibili o energici,saremo fermi e immobili.

Occorre imparare a conoscere sia la nostra parte visibile,e sia la nostra parte invisibile.Questo è il bello della nostra vita.Bisogna equilibrare i due corpi in un unica cosa.
Questo ad un livello spirituale, viene chiamato Essere.Nel buddismo è stato concepito con il nome di Illuminazione.Nella religione cattolica ha preso il nome di resurrezione.Potrei andare avanti all’infinito con i nomi che sono stati dati a questo equilibrio.Ma se notate con occhio profondo queste parole,troverete una risposta fondamentale.Si arriva sempre ad un unico significato.

Gesù quando compieva i suoi miracoli,non lavorava su un aspetto materiale,come la gente usa pensare.No!! Questo sarebbe difficile anche a pensarlo.Lui lavorava sul corpo sottile,quel corpo che la gente preferisce non vedere.Non è una questione tanto difficile da comprendere.Per esempio,prendiamo in questo caso la resurrezione di Lazzaro.Come può un corpo morto risuscitare,e alzarsi in piedi come se non fosse successo niente?

Su che cosa ha spostato l’attenzione il Nostro Adorabile Maestro,per creare quest’opera?

La risposta a questi quesiti è che il Nostro Grande Maestro ha spostato la sua attenzione su di un altro piano.Un piano invisibile.In questo piano invisibile gli Spiriti sono liberi,e si spostano ad una velocità che è impossibile diagnosticare con una mente razionale.

Io,oggi,vi voglio far capire e comprendere che quando la mente non riesce a comprendere una determinata situazione,incomincia a visualizzare un certo valore mistico,chiamato miracolo.Ma questa resurrezione di Lazzaro non è un miracolo è solo un azione di guarigione.

Adesso vi spiegherò come una certa cosa può accadere.Allora sviluppiamo dentro di noi uno stato di quiete.Mentre leggete,stendetevi,e rilassate il corpo,fino a percepirlo così pesante da non riuscire a muovere nessun muscolo .Questo è il primo stato,in poche parole andare oltre il nostro corpo.In questo momento voi siete nel corpo,ma non ne siete schiavi.A questo punto entra a far parte di questo viaggio simulato, la parte mentale,con i suoi svariati sentimenti,e pensieri.Lasciando scivolare tutti i pensieri,i sentimenti della nostra mente,saremo completamente liberi dalla nostra mente.La mente ricordatevi che può ingannarvi in qualsiasi modo, poiché il  suo compito è mantenervi nel vostro corpo. Quindi cercherà di spingervi giù nel vostro corpo,creando diverse simulazioni erronee di quello che vi potrebbe accadere durante questo strato.In poche parole creerà paura.

Ma non fatevi ingannare,questo è assolutamente una limitazione proveniente da anni e anni di educazione strettamente collegata al terreno. Dopo questa varietà quasi interminabile di bagaglio limitante,troverete quiete,cioè un silenzio profondo. In questo silenzio si incomincia a lasciare completamente il corpo e la mente,in poche parole,siamo in uno stato che in questi tempi,viene descritto nella parola di etere.In questo momento siamo arrivati nel centro del tutto,dove nulla ci tocca.Siamo in poche parole in mezzo alla creazione di tutte le polarità terrene.Qui in questo spazio non abbiamo nome,e non siamo nessuno,siamo Pura Consapevolezza.In questa pura Consapevolezza,comprendiamo per la prima volta chi siamo.Cioè esseri immortali.

Questa è la descrizione della meditazione.Ma in poche parole la nostra morte avviene nella stesso modo. Lasciamo il nostro corpo,la nostra mente,e tutto quello che abbiamo fatto in vita,senza la preoccupazione di ritornare. Ma come abbiamo visto ci vuole un tempo non misurabile.Nella descrizione della meditazione,ci siamo ritrovati ad essere Pura Consapevolezza cioè niente e tutto.Prima di diventare ciò,la nostra Anima è ancora a stretto contatto con la Terra,non si riesce a vedere,ma esiste.Ecco quello che Gesù fece a Lazzaro,nel momento in cui il suo corpo,era senza vita.Ha richiamato il suo Spirito a tornare a vivere.

Questo è avvenuto per tutti i miracoli di Gesù.Era un guaritore,come oggi possono essere i diversi Sciamani. Gli sciamani vedono cose che altri umani non riescono a percepire.Loro riescono a percepire il corpo sottile,e cercano di lavorarci sopra,affinché tutti i nodi che si sono creati al’interno del nostro sistema energico fluiscono in modo regolare. E quando i nodi verranno librati,l’essere umano,riuscirà a comprendere che niente è più uguale a quel che era prima.Ma per diventare uno sciamano così,c’è bisogno di tantissima  pratica e anche una consapevolezza di livello superiore.

Come Gesù,tutti i Maestri del mondo,hanno un potere speciale,che può aiutare l’umanità a sviluppare un aspetto della vita. Ognuno dei maestri,viene con un solo scopo evolvere l’umanità sull’aspetto che gli è stato consegnato,e che lui ha accettato. Questi Maestri sono in mezzo a noi,da sempre.E continueranno ad esistere,pure che tanti altri fanno di tutto per cancellare i loro insegnamenti.

Qui oggi ho voluto parlarvi di certi aspetti che non sono mai presi in considerazione, pure che a dirvi la verità in questo periodo sto vedendo un grandissimo movimento su queste tematiche.Di questo già né sono felice. Più saremo a portare lo stesso messaggio,pur in maniera diversa e con diverse parole,più crescerà l’evoluzione dell’umanità. E questa evoluzione ci porta verso un mondo meraviglioso.

Io ripeto non sono nessuno,ma vi posso assicurare che ho visto cose che per spiegarvele avrei bisogno di mille vite.

Dr. Bruno Maria Camerani
Specialista in Osteopatia, si occupa di aiutare il paziente ad intraprendere un percorso di consapevolezza volto a ripristinare un nuovo equilibrio grazie a tecniche osteopatiche strutturali, viscerali, cranio-sacrali, fasciali, di energia muscolare, somato-emozionali e biodinamiche volte a stimolare nel corpo del paziente il meccanismo di autoguarigione e ad aiutare la persona a comprendere la causa del suo sintomo. Attualmente svolge la sua attività in libera professione presso il suo studio privato di Roma, Frascati e Ciampino.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*