È il nostro sostegno, ci permette di camminare e di stare in piedi. La colonna vertebrale è molto più importante di quanto si pensi e ha una relazione sorprendente con gli altri organi del corpo. Esiste, infatti, una connessione tra la spina dorsale e le malattie che si possono patire tutti i giorni.

La spina dorsale e le altre parti del corpo

La malattia che viene più spesso collegata alla colonna vertebrale dai medici è il mal di testa, che si scatena dopo aver dormito in una posizione sbagliata o dopo aver fatto un movimento brusco. Tuttavia, questa non è l’unica relazione che esiste tra le ossa e i dolori che colpiscono il corpo.

Cominciando dalla nuca fino ad arrivare al coccige, ci sono diversi punti, uno sotto l’altro, collegati ad una specifica parte del corpo. Ecco quali sono:

Testa e orecchie, occhi e lingua, denti, naso e boccaGola, collo e spalleGhiandola tiroideaManiCuore, polmoni e senoCistifellea, fegato, stomaco, pancreas, milzaGhiandole surrenali, reni, vescicaIntestino tenue, colon, intestino crassoOrgani riproduttoriSchienaPiedi

La colonna vertebrale riveste il midollo spinale, che ha il compito di trasmettere tutte le informazioni che hanno origine nel cervello e che viaggiano verso il resto del corpo. Possiede diverse terminazioni nervose che passano lungo ogni vertebra ed è quando queste ossa perdono il loro allineamento naturale che sorgono i problemi di comunicazione. In questo modo, iniziano i dolori e le malattie.

Quando sentiamo un fastidio o scopriamo di soffrire di qualche malattia, è possibile capire quale parte della colonna vertebrale si è “sconnessa” dal sistema.

Ecco perché i problemi della cervicale, per esempio, possono provocare un intorpidimento delle mani. Quando il problema si localizza nelle vertebre toraciche, invece, il dolore si manifesta nello stomaco e quando si trova nella zona lombare, può scatenarsi una perdita di sensibilità delle gambe.

Colonna vertebrale e relazione emotiva

Secondo la medicina olistica, il mal di schiena è la conseguenza di sentimenti negativi che si accumulano nel corpo. I chiropratici, inoltre, affermano che con i giusti massaggi è possibile ridurre i problemi di vista, le emorroidi o le ulcere gastriche.

Per poter capire un po’ meglio tutto ciò, è necessario sapere qualcosa in più sulla zona della spina dorsale. Le vertebre si dividono in cervicali, toraciche e lombari. Alcuni aggiungono anche la zona dell’osso sacro e quella del coccige.

Quando c’è un problema in una di queste zone, i sintomi non si manifestano solo nella schiena. Vediamo quali sono le relazioni tra le vertebre, le emozioni e le malattie.

Vertebre cervicali

Atlante o prima vertebra: sostiene la testa e un dolore in questa parte può essere la conseguenza di paure, preoccupazioni e negatività. Scatena emicranie e problemi nervosi.

Epistrofeo o seconda vertebra: permette i movimenti della testa ed è connessa agli organi dei sensi (occhi, timpani, naso e bocca)

Terza vertebra: problemi in questa vertebra implicano danni alla pelle, alle ossa e ai nervi del viso, delle orecchie e dei denti. Dal punto di vista emotivo, invece, è relazionata all’isolamento.

Quarta, quinta e sesta vertebra: si trovano alla stessa altezza della ghiandola tiroidea e hanno quindi una stretta relazione con essa. Sono collegate alla voce, alla gola e alle corde vocali. Possono provocare disturbi della faringe, della laringe, ecc.

Vertebra prominente o settima vertebra: questa vertebra subisce gli influssi della morale, delle credenze e della spiritualità. La sua salute si ripercuote sulle braccia, sui gomiti, sulle mani e sulle spalle, poiché può infiammarli o impedire loro di muoversi liberamente.

Vertebre toraciche

Prima vertebra toracica: reagisce appena ignoriamo i nostri limiti quando facciamo sport, quando lavoriamo o quando realizziamo i semplici sforzi quotidiani. Implica difficoltà respiratorie.

Seconda vertebra toracica: perde l’equilibrio quando non esprimiamo le nostre emozioni e si manifesta tramite dolori al cuore e ai polmoni.

Terza vertebra toracica: anche questa è collegata alle funzioni respiratorie e al petto.

Quarta vertebra toracica: ha a che vedere con il piacere, con le tentazioni e con i desideri insoddisfatti. Ciò può provocare problemi alla cistifellea.

Quinta vertebra toracica: i problemi di questa vertebra sono collegati alla sensazione di perdita di controllo e si manifestano tramite disturbi epatici e del sangue.

Sesta vertebra toracica: se non è in buone condizioni, scatena problemi di stomaco.

Settima vertebra toracica: reagisce quando non si dorme abbastanza e se non si è rilassati.

Ottava e nona vertebra toracica: si trovano all’altezza del diaframma e lo “gestiscono”. Se si ha molta paura o si prova insicurezza, è la prima zona che ne risente. Le malattie della milza, le allergie o l’orticaria sono le reazioni più comuni.

Decima vertebra toracica: una profonda insicurezza scatena dolori ai reni.

Undicesima vertebra toracica: è collegata al sistema nervoso e può scatenare malattie cutanee come l’acne o l’eczema.

Dodicesima vertebra toracica: uno squilibrio di questa vertebra scatena problemi intestinali, dolori articolari, disturbi delle tube di Falloppio e una circolazione linfatica carente.

Vertebre lombari

Prima vertebra lombare: può causare patologie dell’intestino e del colon, come la stitichezza o la dissenteria.

Seconda vertebra lombare: la solitudine e la timidezza influiscono su questa vertebra che, quando non si trova in condizioni ottimali, provoca vene varicose, dolori all’addome e appendicite.

Terza vertebra lombare: quando si devono affrontare problemi familiari, ciò si manifesta tramite dolori degli organi riproduttivi, della vescica e delle ginocchia. È anche causa di artrite.

Quarta vertebra lombare: implica dolori del nervo sciatico e, nel caso degli uomini, problemi alla prostata.

Quinta vertebra lombare: patisce le conseguenze della gelosia e del dispiacere e provoca dolori nelle gambe, nelle ginocchia e nei piedi.

Vertebre sacrali

Prima, seconda e terza vertebra sacrale: scatenano problemi sessuali.

Quarta e quinta vertebra sacrale: sono collegate a dolori e problemi di fertilità, herpes, cisti, calcoli renali, diarrea e stitichezza.

Per concludere, il coccige, che è considerato il centro dell’energia corporea, poiché è qui che si trova il primo chakra, può scatenare problemi intestinali, urinari, riproduttivi, circolatori e digestivi.

Dr. Bruno Maria Camerani
Specialista in Osteopatia, si occupa di aiutare il paziente ad intraprendere un percorso di consapevolezza volto a ripristinare un nuovo equilibrio grazie a tecniche osteopatiche strutturali, viscerali, cranio-sacrali, fasciali, di energia muscolare, somato-emozionali e biodinamiche volte a stimolare nel corpo del paziente il meccanismo di autoguarigione e ad aiutare la persona a comprendere la causa del suo sintomo. Attualmente svolge la sua attività in libera professione presso il suo studio privato di Roma, Frascati e Ciampino.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*