Un Protocollo di Tecniche Palpatorie pratiche ed affidabili, fondate sulla conoscenza della struttura anatomica, della fisiologia tissutale e dello stato energetico (riflesso del vissuto del paziente), rivolto allo sviluppo della capacità di percezione dei tessuti, portatori delle Fissazioni Emozionali e dei Meccanismi Comportamentali motori e sensitivi.

osteopatia-somatoemozionale

Il Metodo Osteopatico in ambito Somato-Emozionale è stato ideato da J. D. Moll Osteopata D.O. – M.R.O.F., che si è diplomato in Osteopatia nel 1984 (A.T. Still Academy, Lione/Marsiglia), ed ha proseguito la propria formazione collaborando con J.P. Barral, Upledger, Paturel e Weischenk.

Da sempre appassionato dalle possibilità date dalla palpazione osteopatica e dalla relazione fondamentale che esiste tra soma e psiche, J.D. Moll ha messo a punto un Protocollo di Tecniche Palpatorie pratiche ed affidabili, fondate sulla conoscenza della struttura anatomica, della fisiologia tissutale e dello stato energetico (riflesso del vissuto del paziente), rivolto allo sviluppo della capacità di percezione dei tessuti, portatori delle Fissazioni Emozionali e dei Meccanismi Comportamentali motori e sensitivi.

L’ applicazione del Protocollo Diagnostico Palpatorio permette di comprendere e classificare i blocchi articolari, muscolari, viscerali ed energetici e di agire sul recupero e la normalizzazione delle tensioni, mediante importanti strumenti terapeutici, quali: manovre di “Recoil” e tecniche sull’ “Arteria” come supporto del trasferimento dell’energia nel corpo.

La Diagnostica e la Terapia si orientano alla “struttura”, poi al versante “emozionale” e infine alla “circolazione dell’ energia ancestrale”: quest’ultima ci aprirà le porte del sentire profondo del paziente e dei suoi comportamenti emozionali, che molto spesso funzionano come un circuito chiuso: un “loop”.

Si proverà a visualizzarla, interpretarla e modificarla, sia direttamente che attraverso tecniche riflesse, utilizzando delle reazioni di auto-regolazione del sistema nervoso.

L’ interpretazione osteopatica delle tensioni tissutali, grazie alla nozione di “Ronda delle Emozioni”, darà la possibilità  di localizzare ed interpretare, per esempio, le sensazioni di fatica, i disturbi della concentrazione e del sonno, i blocchi funzionali acuti e cronici, così come i disordini dermatologici, le allergie, i problemi psichici come le depressioni, i “TICS” e i “TOCS”, e tutti i problemi legati al parto.