Il termine sciatica sta a indicare un’infiammazione piuttosto dolorosa localizzata in uno o entrambi gli arti inferiori. Trae il suo nome dalla parte soggetta al disturbo ovvero ilnervo sciatico, noto anche come ischiatico.

La sciatica è un problema che può caratterizzare l’intero arto interessato, in quanto il nervo sciatico si estende lungo tutta la gamba, dai piedi fino al gluteo. Un altro termine di solito utilizzato per ricondurre a questo disturbo è quello di sciatalgia.

L’infiammazione del nervo sciatico può essere causata da una cattiva e prolungata postura, da ernie discali, sedentarietà o ad esempio anche dalla cosiddetta sindrome piriforme, nota anche come “falsa sciatalgia”. La patologia può essere inoltre indotta da traumi alle gambe.

Nel caso si sia verificata una vera e propria sciatica alcuni rimedi naturali possono venire in soccorso, da un lato limitando la sintomatologia dolorosa e dall’altro riducendo l’infiammazione stessa.

Entrambi possono essere assicurati da un rimedio naturale come il ribes nigrum, dotato sia di proprietà antinfiammatorie che analgesiche che lo rendono un ottimo surrogato di FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) e farmaci cortisonici. Simili effetti sono poi garantiti dall’artiglio del diavolo e dal salice bianco.

L’artiglio del diavolo rappresenta un’ottima soluzione nel caso di infiammazione muscolo-scheletrica così come nell’eventualità che questo avvenga per il nervo sciatico o ischiatico. Presenta però alcune possibili controindicazioni legate al dosaggio ed è quindi consigliato ricorrervi dietro consulto del proprio medico curante, rispettandone in maniera scrupolosa le dosi consigliate.

Attenzione alle dosi da prestare anche per quanto riguarda il salice bianco, di norma associato agli effetti assicurati dall’aspirina (del quale rappresenta un sostituto naturale). Possiede proprietà analgesiche, antinfiammatorie e antireumatiche e come il farmaco se ne raccomanda l’assunzione a stomaco pieno. Svolge inoltre un’azione anticoagulante e deve essere assunto con particolare cautela dai soggetti più sensibili.

Tra gli altri rimedi consigliati troviamo l’arnica montana, con cui è possibile preparare degli impacchi utilizzando tintura madre al 10-20% (evitare in ogni caso il contatto con eventuali ferite), oltre all’argilla verde, facile da preparare e utilizzare.

In caso di traumi alle gambe è bene per i primi due giorni porre degli impacchi freddi sulla parte dolorante, per ridurre l’evolversi del problema. Trascorso questo periodo si passerà alla “terapia del calore“: riscaldando la parte diminuirà il dolore e si accelererà il processo di guarigione.

Correggere infine se necessario la propria postura e praticare una leggera attività di stretching ogni giorno, avendo cura di evitare movimenti bruschi e di sforzare in maniera eccessiva l’arto. E non dimenticate che l’ osteopatia è un valido aiuto per intervenire sulle cause che hanno scatenato la vostra sciatalgia .

Dr. Bruno Maria Camerani
Specialista in Osteopatia, si occupa di aiutare il paziente ad intraprendere un percorso di consapevolezza volto a ripristinare un nuovo equilibrio grazie a tecniche osteopatiche strutturali, viscerali, cranio-sacrali, fasciali, di energia muscolare, somato-emozionali e biodinamiche volte a stimolare nel corpo del paziente il meccanismo di autoguarigione e ad aiutare la persona a comprendere la causa del suo sintomo. Attualmente svolge la sua attività in libera professione presso il suo studio privato di Roma, Frascati e Ciampino.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*