Le smagliature o atrofie dermo-epidermiche a strie (nome scientifico: striae distensae), sono delle cicatrici che si presentano sulla cute, dovute alla rottura delle fibre elastiche del derma. Indelebili e al 99% permanenti, all’inizio presentano un aspetto rossastro ma si attenuano con il tempo, diventando bianche e lucide. Le zone più colpite sono addome, seno, glutei, cosce e fianchi; si presentano in seguito a cambiamenti nel corpo, durante l’adolescenza, la gravidanza, l’aumento di peso dopo una dieta o di massa muscolare.

Anche per questo problema la natura viene in nostro aiuto, sia per prevenirle che per combatterle:

Idratare bene la pelle bevendo molta acqua è il miglior metodo per prevenire le smagliature. La pelle secca si smaglia più facilmente perché è meno elastica!
L’esercizio fisico aumenta la capacità di resistenza della pelle contro un eccessivo allungamento. Ennesimo beneficio che si accompagna allo sport! Potete scegliere quello che più vi piace, ma se andate in piscina, ricordatevi che l’acqua in cui nuotate è ricca di cloro che secca molto la pelle. Quindi idratatela dopo ogni seduta con una buona crema per il corpo o con un olio.
Olio di lavanda: da applicare tre volte al giorno sulle striature per ammorbidire le zone pelle colpite dalle smagliature. L’olio di lavanda è utile anche contro le infezioni fungine!
Se sono appena comparse, possiamo tentare di fermarle con il gel di aloe vera, che ha proprietà anti infiammatorie.
Oli fai-da-te: queste che seguiranno sono due ricette per preparare oli con cui massaggiare la pelle. Il primo si prepara con 7 gocce di olio di lavanda e qualche goccia di olio di camomilla per un grammo di olio (che può essere di avocado, di mandorle dolci o olio di jojoba); per il secondo trattamento, servono 10 ml di olio di mandorle dolci, 10 ml di olio di jojoba, 5 ml di olio di rosa mosqueta, 5 ml di olio extravergine di oliva, il contenuto di due capsule di vitamina E (in farmacia), 4 gocce di olio essenziale di geranio, 3 gocce di olio essenziale di sandalo e 3 gocce di olio essenziale di arancio dolce.
Dieta: mangiare molte verdure a foglia verde e pomodori, anche il fegato e dei prodotti lattiero-caseari hanno proprietà che permettono di migliorare l’aspetto della pelle smagliata.
Applicate sulle smagliature, due volte al giorno, il burro cacao, famoso per essere anche il miglior rimedio naturale a questi inestetismi.
Integratori di silicio: il silicio è necessario per l’attività degli enzimi richiesti per la sintesi del collagene. Le patate sono un cibo ricco di silicio (20-30 mg per 100 g) lessate e non fritte.Integratori a base di silicio organico sono certi tipi di alga, come l’alga rossa (Lithothamnium corallioides), che si trova in compresse: una al giorno, a digiuno, per non più di due mesi.
Secrezioni di lumaca: che detta così non ispira molta fiducia, ma le creme a base di secrezione di lumaca sono un trattamento d’urto contro le smagliature. Contengono sostanze dall’elevata capacità antiossidante, riparatrice e tonificante: l’allantoina che rigenera i tessuti, il collagene restituisce tono alla pelle, l’elastina che previene e riduce le smagliature e l’acido glicolico che rimuove le cellule morte.
Un’altra ricetta per un unguento super elasticizzante può essere questa: 10 ml di olio di mandorle dolci, 10 ml di olio di jojoba, 5 ml di olio di rosa mosqueta, 5 ml di olio extravergine di oliva, il contenuto di due capsule di vitamina E (in farmacia), 4 gocce di olio essenziale di geranio, 3 gocce di olio essenziale di sandalo e 3 gocce di olio essenziale di arancio dolce. Versa un cucchiaino della miscela sulla pelle umida (dopo il bagno o la doccia) e massaggia fino ad assorbimento.

Dr. Bruno Maria Camerani

Specialista in Osteopatia, si occupa di aiutare il paziente ad intraprendere un percorso di consapevolezza volto a ripristinare un nuovo equilibrio grazie a tecniche osteopatiche strutturali, viscerali, cranio-sacrali, fasciali, di energia muscolare, somato-emozionali e biodinamiche volte a stimolare nel corpo del paziente il meccanismo di autoguarigione e ad aiutare la persona a comprendere la causa del suo sintomo. Attualmente svolge la sua attività in libera professione presso il suo studio privato di Roma, Frascati e Ciampino.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*