Suddividendo, come si fa in reflessologia, il piede in tre parti, anteriore, mediano e posteriore, avremo la possibilità di riconoscere se vi siano carichi energetici che possono provocare disequilibrio, e dove questi siano distribuiti nella nostra personale visione del mondo. Come mostra il disegno, al tallone corrispondono le radici, la base, la struttura, descrive da dove si proviene e proprio personale bagaglio di esperienze. Alla parte mediana, ovvero all’arco plantare, corrisponde la capacità di mediare tra il proprio passato e il modo in cui si affronta il futuro. La parte anteriore del piede rappresenta il modo di procedere nella vita, l’azione. Descrive la direzione che prendo, il modo in cui mi comporto per raggiungere i miei obiettivi.”Il pudore del Piede” Georges Bataille,

fb_img_1463997677664.jpg

Dr. Bruno Maria Camerani
Specialista in Osteopatia, si occupa di aiutare il paziente ad intraprendere un percorso di consapevolezza volto a ripristinare un nuovo equilibrio grazie a tecniche osteopatiche strutturali, viscerali, cranio-sacrali, fasciali, di energia muscolare, somato-emozionali e biodinamiche volte a stimolare nel corpo del paziente il meccanismo di autoguarigione e ad aiutare la persona a comprendere la causa del suo sintomo. Attualmente svolge la sua attività in libera professione presso il suo studio privato di Roma, Frascati e Ciampino.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*