Il viso riflette la salute degli organi. Ecco le corrispondenze

Lo specchio è spesso l’incubo di molti, eppure imparare a fare amicizia con la propria immagine riflessa può essere un ottimo modo per leggere dei messaggi sulla propria salute.

Il volto è infatti in grado di fornire dei segnali non verbali sul benessere; lo stato della pelle, ad esempio, rivela molto di quello che succede all’interno dell’organismo, sia fisicamente che emotivamente.

Read more…

SCOPRI COME REGOLARE ENERGIA ED EMOZIONI IN 5 MINUTI

Il Jin Shin Jyutsu è un’antica tecnica terapeutica Giapponese che chiunque può applicare su se stesso allo scopo di riequilibrare l’energia e le emozioni attraverso la stimolazione dei meridiani che passano dalle dita delle mani.

La tecnica è semplice e si può attuare ovunque.
Ogni dito è connesso ad un organo e a delle emozioni e attitudini specifiche. Grazie all’immagine si può decidere dove focalizzare la propria attenzione, se su una precisa area oppure se attuare un riequilibrio generale del corpo.
Occorre avvolgere il dito correlato all’emozione che si desidera calmare o all’organo che si vuole riequilibrare, con tutte le dita dell’altra mano. Come un caldo abbraccio, si preme delicatamente per 3-5 minuti, respirando profondamente. Poi si passa alla mano opposta, seguendo la stessa tecnica.
Per un riequilibrio e un’armonizzazione di tutto il corpo, si possono avvolgere tutte le dita con l’altra mano.
Presso il Markey Cancer Center, durante una ricerca, pazienti di ogni tipo hanno potuto beneficiare positivamente di questa tecnica, a partire da un ridotto senso di nausea fino a un miglioramento dello stress dopo ogni seduta. Molti pazienti che avevano problemi a riposare hanno anche rivelato di essere riusciti ad addormentarsi più facilmente, attuando questa tecnica da soli la sera.
Pensiamo ai bimbi piccoli, che trovano conforto succhiandosi il pollice. Oppure all’abitudine di alzare il dito medio quando si vuole manifestare rabbia. Nulla è mai casuale. E qui potremo trovare qualche correlazione.
POLLICE
Emozioni/Attitudini: preoccupazione, depressione, ansia
Organi: stomaco, milza
Sintomi fisici: mal di stomaco, mal di testa, problemi alla pelle, nervosismo
INDICE
Emozioni/Attitudini: paura, confusione mentale, frustrazione
Organi: reni, vescica
Sintomi fisici: problemi digestivi, dolore a polso, gomito, indolenzimento dell’avambraccio, dolori muscolari e alla schiena, problemi a denti e gengive, dipendenze
MEDIO
Emozioni/Attitudini: rabbia, irritabilità, indecisione
Organi: fegato, cistifellea
Sintomi fisici: problemi agli occhi e di vista, stanchezza, emicrania, mal di testa frontale, crampi mestruali, problemi circolatori
ANULARE
Emozioni/Attitudini: tristezza, paura del rifiuto, afflizione, negatività
Organi: polmoni, intestino crasso
Sintomi fisici: problemi digestivi, disturbi respiratori (asma), fischio alle orecchie, disturbi della pelle in profondità
MIGNOLO
Emozioni/Attitudini: ostinazione, stimolo a strafare, bassa autostima, insicurezza, giudizio, nervosismo
Organi: cuore, intestino tenue
Sintomi fisici: problemi ossei o nervosi, patologie cardiache, pressione sanguigna, mal di gola, gonfiore

#cameraniosteopatia

Premi questi punti della mano e risolverai molti problemi

Forse avrai già sentito dire la frase: “Il potere è nelle tue mani”. Per alcuni può essere semplicemente un caso, ma per coloro che praticano discipline olistiche e applicano su sé stessi pratiche, rimedi e cure naturali sanno che all’interno del palmo della mano ci sono dei punti specifici in grado di liberarci da molti problemi di salute. Premendo su questi punti, infatti, puoi alleviare il dolore in specifiche parti del corpo, perché ogni punto è associato ad almeno un organo del tuo corpo, così come un’emozione. Read more…

Migliora alcuni dei tuoi sintomi semplicemente con una molletta sull’ orecchio

Esistono diversi modi per curare la salute del nostro corpo; la riflessologia e la digitopressione, ad esempio, usano principi naturali per garantire il benessere del nostro corpo. Come funziona, beh, uno di questi metodi ovvero la riflessologia, utilizza il padiglione auricolare per delle vere e proprie terapie. Si utilizza l’orecchio, poiché è una parte del corpo molto sensibile , in cui arrivano i riflessi di molti organi, che sono ricchi di terminazioni nervose e molto vascolarizzate, infatti se stimolati con le dita o con la pressione della molletta da bucato , inviano impulsi nervosi al cervello. Questa stimolazione, provoca dei fenomeni specifici fisiologici, che portano un equilibrio del punto stimolato.

L’orecchio infatti ha diversi punti di pressione, ognuno dei quali corrisponde a una parte diversa del corpo.

1

La parte più alta dell’orecchio è collegato alle spalle e alla schiena. Applicando una molletta o esercitando una pressione, per circa un minuto, è possibile alleviare il dolore e la tensione della schiena.2

Nella parte leggermente più giù di quella precedentemente descritta, se esercitiamo una leggera pressione, può alleviare i dolori interni al nostro corpo. Ovviamente si parla di dolori meno seri.3

La parte centrale dell’orecchio invece è collegato alle articolazioni. In questo caso se il dolore è occasionale questo metodo può funzionare, se i dolori sono più seri è meglio rivolgersi al medico.4

Nella parte medio bassa dell’orecchio la pressione può servire ad attenuare dolori al seno o semplici mal di gola.5

Poco sopra all’orecchio invece, si trova la parte che si associa alla digestione, che se stimolata può migliorare i dolori allo stomaco e quindi anche la digestione.
6
Il lobo invece è collegato al cuore e alla testa, la pressione in questo caso aiuta il funzionamento del cuore, e migliora i dolori alla testa tipo la cefalea. 7
Sono dei rimedi naturali che possono aiutare a migliorare anche se per poco, la nostra vita

Impara a Massaggiare le 5 Dita della Mano, Dopo 1 Minuto è Incredibile Quello che Succede

Questa pratica può essere fatta ovunque e dare risultati sorprendenti in un breve periodo di tempo
Il Jin Shin Jyutzu è un’antica arte giapponese di guarigione. Si tratta di un vasto gruppo di tecniche di meridiani e digitopressione, usato per trattare una miriade di problemi che siano essi mentali, emotivi e spirituali. E’ sufficiente esercitare una pressione ad ogni dito per provare a scacciare via preoccupazione, rabbia, dolore, paura, stress, e poi passare al palmo per l’equilibrio generale. Questa pratica può essere fatta ovunque e dare risultati sorprendenti in un breve periodo di tempo.

Ad ogni dito corrispondono uno o più organi e le emozioni (guardare l’immagine soprastante). Con tutte le dita dell’altra mano dovete avvolgere per 3 o 5 minuti il dito dell’emozione che intendete equilibrare. Mentre eseguite la digitopressione è consigliato respirare profondamente.
Pollice-preoccupazione

Il pollice è collegato a emozioni ben precise: stress, tensione, ansia. Gli organi corrispondenti sono stomaco e milza. Di conseguenza, i disturbi a esso collegati sono il mal di testa, il mal di stomaco, ma anche l’insonnia, il nervosismo. Mantenere premuto il pollice serve per alleviare lo stress allo stomaco e riequilibrare l’energia della milza.
Indice-paura

L’indice è collegato a emozioni come la paura, la confusione mentale, eccesso di autocritica e timidezza. I disturbi fisici associati sono relativi ai reni, alla vescica e ai denti. Tra i disturbi più diffusi ci sono: dolori muscolari e alla schiena, problemi a denti e gengive, problemi digestivi.

Dito medio-rabbia
Le emozioni che riguardano il dito medio sono l’irritabilità, la rabbia e gli sbalzi d’umore. Gli organi corrispondenti sono fegato e cistifellea e i disturbi: stanchezza, emicrania, crampi mestruali, affaticamento agli occhi. Tenere premuto il dito medio sembra faccia bene anche alla pressione sanguigna.
Anulare-tristezza

Gli organi che hanno delle corrispondenze con l’anulare sono i polmoni e l’intestino crasso. La digitopressione di questa parte del corpo può aiutare a trattare ronzii alle orecchie, disturbi respiratori, malattie della pelle. I sentimenti associati sono la tristezza, la paura del rifiuto, la negatività.
Mignolo-autostima

La digitopressione del mignolo aiuta contro l’insicurezza, i problemi di autostima, il nervosismo. I suoi organi sono cuore e intestino tenue e i disagi fisici patologie cardiache, problemi di pressione, gonfiore e mal di gola.
NOTA BENE: Questo articolo riporta informazioni che non intendono sostituire una diagnosi o i consigli del medico, poiché solo il medico può stilare qualsiasi prescrizione e dare indicazioni terapeutiche.

Scopri quale parte della mano toccare per guarire gli organi

I massaggi alle mani permettono di alleviare dolori e fastidi e, al tempo stesso, di procurare un piacere fisico ed emotivo molto intenso. Da sempre quando una persona sta male, le si prende la mano per accarezzarla, il nostro inconscio sa bene che, come dimostra la fisica quantistica, il tutto è riflesso in ogni sua parte.

TECNICA ANTICA

Massaggiando in un certo modo i punti che corrispondono ai vari organi, si interviene per riflesso sugli organi stessi stimolandoli a reagire e a sbloccare uno stato di cattivo funzionamento degli stessi. Un reperto archeologico di un massaggio della mano e del piede è stato scoperto nell’antico Egitto nella necropoli di Sakkara.

Questi punti sono rilassanti o eccitanti e alcuni divengono persino mortali se stimolati con forza (nei film di arti marziali compaiono spesso); alcuni di questi sono situati nei piedi o nelle mani; ma esistono anche in bocca, nella mucosa nasale, nell’orecchio, sulla testa, lungo la spina dorsale, ecc.

RISCOPERTA MODERNA

Il maestro fondatore dellariflessologia moderna in quanto disciplina è considerato William H. Fitzgerald, il medico statunitense che, nel 1872, si accorse che esercitando una pressione su alcune parti del corpo era in grado di compiere piccole operazioni senza bisogno di anestesia. Sperimentando dunque lui stesso ilmassaggio alle mani, citava ad esempio come le contrazioni del travaglio fossero sopportate meglio e il parto si accelerasse facendo stringere alla partoriente con entrambi le mani due pettini di circa dieci centimetri di lunghezza e praticandole una sollecitazione ai piedi. Nel 1910 tracciò una mappa del corpo umano attraversato da 10 meridiani diviso in altrettante zone, le cui parti ed organi trovano i corrispondenti punti riflessi nelle mani e nei piedi. Purtroppo da allora nessun passo avanti è stato realizzato dalla medicina per portare e studiare approfonditamente questi meccanismi (che purtroppo ognuno potrebbe usare senza acquistare farmaci, quindi non sorprende).

ECCO I PUNTI CORRISPONDENTI AI VARI ORGANI

I SENI FRONTALI: La punta del mignolo, dell’anulare, del medio, dell’indice e del pollice corrispondono ai seni frontali.

LA TESTA: La seconda falange del pollice corrisponde alla testa. L’articolazione deve essere fatta lavorare con delle specifiche estensioni e delle apposite flessioni. Eventualmente, si può iniziare dalla radice del dito e poi, adottando una specie di movimento a spirale, giungere fino al polpastrello.

LE ORECCHIE: Le orecchie corrispondono alla base dell’anulare e del mignolo e le loro prime falangi. Massaggiare queste parti è molto semplice e lo si può fare in qualsiasi momento della giornata. La parte tra le due dita, inoltre, va stimolata in modo energico, senza preoccuparsi che si senta un leggero dolore.

GLI OCCHI: La base dell’indice e del medio e le loro prime falangi corrispondono agli occhi, che possono provare una piacevole sensazione di benessere. Il massaggio deve cominciare dalla giuntura del polso fino alla base delle dita.

IL PLESSO SOLARE: La zona compresa tra il pollice e l’indice corrisponde al plesso solare e crea un effetto rilassante e di distensione; nel caso in cui essa venga massaggiata più intensamente, quello che ne deriva è un effetto alquanto stimolante. Il massaggio può essere effettuato sia con la mano aperta che con il pugno chiuso. Oltre alla zona tra indice e pollice, va premuto anche il palmo della mano.

NERVO SCIATICO: L’attaccatura della mano corrisponde al punto riflesso del nervo sciatico. Basta muovere il polso in tutte le direzioni, roteandolo, per avere una distensione dei nervi.

FEGATO / CUORE: La parte esterna della mano destra, corrisponde al fegato, mentre quella della mano sinistra corrisponde al cuore.

STOMACO / INTESTINO: Corrispondono alla parte centrale e compresa fra indice e pollice della mano destra. Massaggiarli può aiutare a distendere le mucose e aiutare la digestione.

Per ulteriori corrispondenze vedi la mappa ad inizio articolo.