Come proteggere la schiena mentre si dorme

Tutti sanno che una buona postura è importante, ma questo non vale soltanto quando si è attivi durante il giorno. I muscoli e i legamenti della schiena si rilassano mentre si dorme. Al fine di proteggere la schiena, una buona postura è importante durante il sonno. La maggior parte delle persone trascorre un terzo della propria vita a letto, quindi, mantenendo una postura corretta durante questo tempo è essenziale. Ecco come migliorare la postura durante il sonno. Read more…

9 Cose da Fare per Dormire Bene e Cominciare la Giornata alla Grande

Le ultime cose che fai prima di andare a letto hanno un grande impatto sull’umore e sul livello dienergia che hai il giorno successivo e sono cruciali per la qualità e la quantità del tuo sonno.

Il tuo grado di soddisfazione e di successo sia nella vita privata che professionale dipendono dal benessere che provi a livello psicologico e fisico.

E la qualità del sonno influisce profondamente su entrambi.

Quante volte ti sei svegliato col piede sbagliato dopo una notte agitata o insonne?
Ti capita di sentirti esausto e privo di energie dopo aver dormito male e poco?

Se la risposta è sì, devi sapere che le tue abitudini prima di andare a dormire sono cruciali per cominciare la giornata successiva in modo felice, determinato e carico di energia.

Per esempio l’abitudine più diffusa adottata dalle persone di successo prima di coricarsi e testata da svariate ricerche nel campo della psicologia è la lettura.

Ovviamente ognuno di noi è diverso e quello che garantisce il successonella vita, qualsiasi cosa tu intenda per successo, è l’atteggiamento mentale verso noi stessi, ciò che facciamo e gli altri.

Detto questo, sicuramente ci sono alcune abitudini che ci aiutano più di altre ad acquisire una mentalità positiva e a cominciare ogni giorno alla grande.

Ecco le 9 strategie più efficaci per migliorare la qualità del tuo sonno.

1) Leggi

Come ti dicevo, gli esperti concordano che leggere sia l’abitudine più importante e di maggiore impatto soprattutto se inserita come ultima azione della giornata.

Leggere un buon libro prima di dormire ti permette sia di espandere la mente che di rilassarla completamente.

Stimola la creatività e riaccende lacuriosità nella vita. Leggere è come viaggiare e ti permette di guardare le cose con occhi nuovi restando dove sei.

Puoi scegliere un libro motivazionale, un romanzo, le news del giorno o un libro divertente e leggerlo per quanto tempo desideri.

Ti stupirai di come un libro concili il sonno e allo stesso tempo ricarichi le pile per il giorno dopo.

2) Medita

La maggior parte delle persone di successo medita almeno 10 minutiprima di andare a dormire.
Meditare è la chiave per rilassare il proprio corpo e calmare la mente.
Hai presente quelle sere in cui il cervello non sembra spegnersi e che, inevitabilmente, si concludono innottate in bianco?

Dieci minuti di meditazione possono essere l’interruttore che stai cercando per spegnere la mente e lasciare scivolare via ogni pensiero.

3) Rifletti sulle 3 cose belle

Prima di coricarti concediti 5 minutiper passare in rassegna alla giornata appena trascorsa e trova 3 cose belle che sono successe e che hai apprezzato.

Possono essere un piccolo successo al lavoro, il sorriso di una persona cara, un messaggio carino, un buon pranzo o semplicemente il sole che è sorto.

È ampiamente dimostrato dalla scienza che tenere un diario della gratitudine aumenta in modo stabile il tuo livello di felicità e disoddisfazione nella vita.

Inoltre è un ottimo modo per tenere traccia dei piccoli progressi giornalieriche di solito passano inosservati, ed è la chiave per ritrovare lamotivazione ed entrare in uno stato mentale positivo e di apertura verso la vita.

Se è stata una giornata orribile, di quelle che vorresti eliminare dal calendario, questo consiglio vale doppio

4) Fai la tua lista delle cose da fare

Hai presente quelle notti dense di pensieri di cui parlavamo prima?

Ecco un altro ottimo modo per riordinare, ripulire e tranquillizzare la mente.

Se vuoi dormire bene, lascia le preoccupazioni e le cose “da fare/a cui pensare/non ancora risolte” sul comodino.

Metti nero su bianco la lista di cose a cui dovrai pensare il giorno successivo ed evita che questi pensieri ti invadano la mente durante la notte.

5) Disconnettiti dal lavoro

Un collega ti ha creato problemi? Ti senti sommerso di cose da fare? Vorresti controllare le email un ultima volta?

Fallo e guarda la qualità del tuo sonno che crolla inevitabilmente.

Datti un periodo di tempo ragionevole dal momento in cui leggi l’ultima email o pensi al lavoro al momento in cui vai a dormire. Fai uscire completamente il lavoro dalla tua mente prima di addormentarti.

Puoi sempre usare la lista delle cose da fare per appuntarti le cose importanti per il giorno successivo.

6) Passa del tempo con la tua famiglia o con il tuo partner

È fondamentale creare un periodo di tempo da dedicare alle chiacchiere con il tuo partner, alle coccole ai tuoi figli e al tuo cane.

Passare del tempo con i tuoi cari dopo una giornata frenetica è il modo migliore per godere della compagnia dell’altro e raccontarsi la propria giornata.

7) Pianifica il tuo sonno

Tutti sappiamo di i siano i rischi associati a una cronica deprivazione di sonno ma purtroppo al giorno d’oggi sono sempre di più le persone che dormono meno di quello che il proprio corpo e la propria mente hanno bisogno.

Fai del tuo sonno una priorità non negoziabile, qualsiasi sia il tuo lavoro e la tua vita.

Questo ti renderà anche piùproduttivo, dinamico e in grado di gestire le richieste quotidiane.

Andare a dormire circa alla stessa oraogni sera è una abitudine fondamentale per un sonno sano.

Una strategia che funziona:

Pensa a che ora ti devi svegliare il giorno dopo (diciamo le 7.30)Pensa a quante ore hai davvero bisogno di dormire (8 ore)Calcola a ritroso l’orario in cui coricarti (in questo caso 23.30)Imposta una sveglia che che ti ricordi che è ora di andare a dormire (puntala alle 23 cosí avrai modo di leggere,meditare e scrivere il diario della gratitudine )

8) Addormentati con un pensiero positivo

È facile cadere nella trappola di rivivere le situazioni negative della giornata e di ripensare a come avresti potuto gestirle diversamente.

Evita la trappola della spirale negativa. Un buon libro e il giornale della gratitudine sono ottimi strumenti per entrare in uno stato positivo.

Un’altra cosa importante è prendersi un attimo per celebrare i propri successi, per quanto siano stati piccoli o risalgano a qualche settimana prima.

Rivivi quei momenti di gioia e ti addormenterai sereno.

9) Immagina i successi dei giorni successivi

Sdraiati e immagina la gioia che proverai quando avrai concluso con successo quel progetto, immagina di abbracciare una persona che ami, di camminare verso il lavoro col sorriso.

Immagina la tua mattinata, contempla il sole che illumina il viso.
Senti l’energia che ti pervade nel cominciare questa nuova giornatadopo una notte serena di sonno profondo e ristoratore.

Quale di queste strategie vuoi cominciare ad usare da stasera?

5 abitudini sbagliate quando ci alziamo che danneggiano la salute

Suona la sveglia e bisogna mettersi in moto. Come lo fate di solito? Uscite velocemente dal letto, vi fate una doccia, mangiate qualcosa, vi vestite e uscite? Sono molti gli errori che si commettono quando ci si alza la mattina, dettagli che, sebbene possiate non crederci, danneggiano la salute. Vi invitiamo a scoprirli; vi saranno utili!

1. Non alzatevi in fretta dal letto! Sempre con calma

Di solito si hanno due cattive abitudini: la prima è programmare un suono stridente della sveglia in modo che ci svegli, e la seconda è alzarsi subito dal letto. Dovete ricordare che avete trascorso tra le 6 e le 8 ore in posizione orizzontale e che quindi il fulcro posturale deve assumere una nuova posizione a poco a poco.

Facendolo velocemente potreste avere delle vertigini, perciò a partire da oggi prendete in considerazione i seguenti consigli:

Svegliatevi con calma, come se fosse un rituale di rilassamentoProgrammate la sveglia 10 minuti prima del solito e scegliete una suoneria rilassante. Non impostate mai il classico “bip-bip-bip”La prima cosa da fare è sedersi a letto per poi respirare a fondo per un paio di minutiFate dei piccoli allungamenti con le braccia. Unite le mani e allungate le braccia sopra la testa, ripetendolo anche a destra e a sinistraOra ruotate il collo a poco a poco compiendo movimenti circolari. Fatelo con molta calmaRiprendete aria e alzatevi. Siete pronti!2. Uscire di casa senza fare colazione: grande errore!

Dovete preparare i bambini, portarli a scuola e arrivare al lavoro in tempo. Preparare i pranzi a sacco, lavarvi, vestirvi, portare a spasso il cane… Tantissime faccende! A volte vi preoccupate addirittura del far uscire di casa gli altri a stomaco pieno, dimenticandovi di voi stessi. È un errore!

Svegliatevi prima per avere tempo. È importante alzarsi con calma e avere tempo a sufficienza per fare colazione in modo rilassato.La prima cosa che molte persone fanno è bere una tazza di caffè e nulla più. È un altro errore. L’ideale è iniziare la giornata con un bicchiere di acqua tiepida e limone per poi aspettare tra i 15 e i 20 minuti prima di passare alla colazione. Potete approfittarne per fare una doccia, per esempio. Dopo di ciò potete finalmente bere quello squisito caffè accompagnato da fibre, proteine e frutta. In questo modo uscirete di casa con tutti i nutrienti necessari e con molta energia.3. Guardare il cellulare appena aperti gli occhi

Non si ha tempo per vedere cosa succede nelle reti sociali, per sapere che cosa è successo nel mondo durante la notte, o per consultare la casella di posta elettronica. Tranquilli, avete tutto il giorno per questo! La cosa migliore è svegliarvi rilassati, lontani dalla tecnologia.

Alzatevi, fate una doccia e fate colazione di fronte alla finestra, assicurandovi che entri l’aria fresca. Durante questi primi momenti della giornata è meglio stare lontani dalle onde elettromagnetiche emesse dai dispositivi elettronici.

4. Fare la doccia con acqua calda

A tutti piace l’acqua calda, ma non sempre è la scelta più adeguata, soprattutto la mattina. In questo primo momento della giornata si ha bisogno di attivarsi, per questo è sempre meglio che l’acqua non sia a temperature altissime. L’ideale sarebbe ad esempio iniziare con acqua tiepida e finire con un getto freddo, in particolare sulle gambe.

Indirizzare l’acqua fredda sui polpacci eviterà la sensazione di gonfiore o pesantezza e riattiverà anche i piedi, rendendoli pronti ad una giornata di lavoro. Perché non provarlo oggi stesso? Vedrete quanto vi sentirete bene!

5. Uscire di casa di malumore

Vi aspetta una lunga giornata di lavoro, uscite di casa di fretta e avete un’infinità di faccende da sbrigare. “Che stanchezza, non so come farò ad arrivare a fine giornata!”. Questa è una frase molto comune che diciamo tra noi e noi oppure sentiamo dire dagli altri.

I pensieri negativi ostacolano il vostro benessere e riducono la qualità di vita senza che ve ne rendiate conto. Si fanno le cose controvoglia e si smette di valorizzare quelle importanti. Fate una prova domani stesso: uscite di casa con un altro atteggiamento, cercando di infondere nella mente le seguenti idee:

Oggi ogni cosa andrà per il verso giusto e di sicuro sarà una bella giornata;Cercherò di godermi tutto quello che farò e che capiterà. Uscirò rilassato e farò una passeggiata fino all’ufficio guardandomi attorno, osservando la gente, le vetrine e il parco;Vedrò il lato buono delle persone, inclusi colleghi e superiori;Supererò me stesso nel lavoro. La cosa più importante è che sia orgoglioso di me;Finita la giornata, soddisferò uno dei miei capricci. Qualcosa di semplice: prendere un caffè in quel bar tanto accogliente, fare una passeggiata nel parco o magari chiamare quella persona che non vedo da tempo.

Come potete vedere, si commettono molti errori la mattina. Sono aspetti elementari che in qualche modo sottraggono un po’ di salute ogni giorno. Dunque, ricordate: la qualità di vita si costruisce con cose semplici e con l’ottimismo. Perché non mettere in pratica questi consigli?

I benefici di dormire sul fianco sinistro

Nelle antiche tradizioni monastiche buddiste i monaci dopo ogni pasto si coricavano soltanto 10 minuti ottenendo energia e freschezza per procedere con le attività della giornata. Ma qual era il loro segreto? Si sdraiavano solo sul lato sinistro. Oggi la scienza dimostra i benefici di questa posizione.

Risaputo nella scienza ayurvedica come afferma il Dr. , ora anche un recente studiopubblicato sul The Journal of Clinical Gastroenterology ne ha dato conferma attraverso alcune semplici ragioni, eccole.

Favorisce il drenaggio linfatico

Il lato sinistro del corpo è la parte dominante nel sistema linfaticoinfatti la maggior parte della linfa drena nel dotto linfatico toracico che trova sul lato sinistro. La linfa trasporta proteine, metaboliti del glucosio e dei prodotti di scarto, che facilitati dalla forza di gravità fluiscono più facilmente.

La milza è parte del sistema linfatico è anch’essa sul lato sinistro del corpo. La sua funzione è quella di filtrare la linfa e il sangue, cosa che è favorita stando sul lato sinistro in quanto si agevola il ritorno dei fluidi alla milza sfruttando la forza di gravità.

Favorisce gli organi digestivi

Sia lo stomaco sia il pancreas si trovano nella parte sinistra del corpo e stando in questa posizione si canalizzano meglio i succhi gastrici ed aumenta la secrezione degli enzimi pancreatici. Sdraiandosi sul lato sinistro il fegato e la cistifelleapenderanno dal lato destro. Riposare sul lato sinistro agevola la secrezione dei loro preziosi enzimiemulsionando i grassi e neutralizzando gli acidi dello stomaco.

L’intestino tenue si collega con l’intestino crasso attraverso la valvola ileocecale situata nel lato destro del corpo. Riposare sul lato sinistro permette (grazie alla valvola ileocecale) di stimolare i rifiuti corporei dell’intestino crasso giunti dall’intestino tenue, in un modo più semplice.

Conclusione

Quindi a differenza di quanto si possa credere, per sentirsi ‘più leggeri’ dopo i pasti basterebbe una riposino di 10 massimo 15 minuti. Vi farà ritrovare subito l’energia dopo il pasto e avrà ripulito la mente

Sonno, il metodo “4-7-8” per addormentarsi in 60 secondi

Il medico Andrew Weill: “È un calmante naturale per il sistema nervoso”

Addormentarsi in 60 secondi per alcuni è un miraggio: chi ha provato tutte le tecniche (compresa quella di contare le pecore) è sempre più restio a credere che esista una formula magica per favorire il sonno. Andrew Weill, medico statunitense, laureato alla Harvard university e autore di saggi da milioni di copie vendute, ha messo a punto un metodo, denominato “4-7-8”, basato interamente sul respiro e su come modularlo. Lo ha definito “un calmante naturale per il sistema nervoso”, in grado di farci scivolare nel sonno in appena un minuto.
Niente medicinali o tisane, per eliminare la tensione accumulata durante il giorno basterebbe, dunque, seguire il suo suggerimento. In un video su Youtube, il dottor Weill spiega come procedere: prima di tutto, bisogna prendere un grande respiro ed espellere tutta l’aria dai polmoni. Poi, con la bocca chiusa, inalare con il naso e contare mentalmente fino a quattro. Trattenere il respiro contando fino a sette e poi buttarlo fuori, attraverso la bocca, per otto secondi. Secondo il ricercatore, il ciclo andrebbe ripetuto tre volte.
La tecnica è basata su un’antica pratica indiana chiamata “pranayama”, che significa “controllo ritmico del respiro”. La quantità extra di ossigeno che passa attraverso il corpo ha un effetto rilassante sul sistema nervoso parasimpatico e aiuta il soggetto a sentirsi più calmo. Nei periodi di maggiore stress, il sistema nervoso è eccessivamente stimolato e questo può portare ad uno squilibro che causa una mancanza di sonno. Secondo il dottor Weiss, il metodo “4-7-8” consente anche a chi lo utilizza di allontanare i pensieri negativi della giornata e di sentirsi più connesso con il suo corpo. E, dal momento che può essere eseguito sempre e in qualunque circostanza, si rivela essere anche un ottimo alleato contro l’ansia.
In un commento ad uno dei video su Youtube in cui il medico spiega la sua tecnica si legge: “L’ho provato e mi sono immediatamente sentito meglio. Ho preso per anni medicinali contro l’ansia. Ma dopo quattro serie di questi respiri mi sentivo meno agitato”. Prima di arrivare a vedere un risultato soddisfacente, il dottor Weill consiglia di allenarsi e di eseguire la tecnica almeno due volte al giorno per sei-otto settimane. Passato questo periodo periodo di tempo, forse succederà il “miracolo” e si riuscirà a scivolare nel sonno in soli 60 secondi.

Mal di schiena al mattino: cause, sintomi e rimedi

Il mal di schiena lombare può insorgere al mattino, anche a causa di un materasso non perfettamente adatto al riposo, di solito questo dolore sparisce dopo qualche minuto, ma in alcuni casi più durare di più ed essere anche molto acuto. Certe volte si manifesta anche da seduti oppure dopo una corsa. In ogni caso i sintomi sono sempre gli stessi, soprattutto un dolore situato nella parte bassa della schiena, che compare quando solleviamo qualcosa di pesante e che tende a migliorare con il passare dei giorni, anche in base a quanto riposiamo. In effetti il riposo, fra i rimedi da adottare, è fondamentale. Allo stesso tempo è opportuno svolgere degli esercizi adatti per la sciatica e sapere cosa fare.

A volte questo mal di schiena può essere la reazione del corpo ad una cattiva posturamentre si dorme. Tuttavia, altre cause possono scatenare questo dolore, ed alcune di esse meritano un’attenzione particolare, sopratutto quando il mal di schiena continua nell’arco della giornata.

Quali sono alcune cause delle cause che provocano il mal di schiena al mattino?

Materasso: se è troppo duro, o troppo soffice, può provocare mal di schiena. E’ importante usare un materasso adeguato, che dia il supporto necessario alla schiena evitando che i muscoli restino tesi.Postura: dormire a pancia in giù, o sui fianchi, può provocare una deformazione della colonna vertebrale, e un conseguente dolore cronico.Sollevamento di materiale con un peso eccessivo o posizione di sollevamento sbagliata: di solito quando si deve compiere questo tipo di gesto si consiglia di piegare le ginocchia per usufruire della forza delle gambe per non andare a sforzare troppo la schiena.Sport o esercizi eseguiti in maniera non corretta: molto spesso capita quando si fanno esercizi per gli addominali perché non si gestisce il movimento e quindi lo sforzo è tutto a carico della schiena.

Masticazione e camminata: questi due fattori incidono sulla colonna vertebrale, responsabile principale del dolore alla schiena.Essere in sovrappeso: provoca una pressione eccessiva sulla colonna vertebrale.

Fumo: se sei un fumatore assiduo, è possibile che i tessuti della schiena siano danneggiati.

Medicine: l’uso prolungato di determinate medicine hanno effetti secondari come l’indebolimento delle ossa.

Artrite: mal di schiena e rigidità possono essere dei sintomi premonitori dell’artrite. L’artrite spinale causa la distruzione della cartilagine, essenziale affinché le ossa non sfreghino fra di esse. Tale effetto causa infiammazione delle articolazioni, e dolore.

Quali sono i sintomi del mal di schiena al mattino?

I sintomi del mal di schiena lombare sono incentrati soprattutto sul dolore, che interessa la parte bassa della schiena, all’altezza dei reni, senza che la sensazione dolorosa si propaghi alla gamba. E’ la classica sensazione della sciatica, che si prova soprattutto quando si solleva qualcosa di pesante, quando si fa un movimento improvviso o in seguito ad una caduta. Si sente tutta la zona interessata completamente bloccata. A volte il tutto può comparire improvvisamente o si instaura in maniera graduale e può comprendere anche un formicolio alle braccia o alle gambe. Il dolore può essere acuto o cronico. Il primo dura dalle 4 alle 6 settimane, il secondo tende ad essere continuo. In questi casi alla base ci può essere una patologia ben precisa, come un’ernia del disco o l’osteoartrite.

Quali sono i rimedi da adottare?

I rimedi per il mal di schiena lombare sono vari. Possono essere utili le applicazioni di freddo e di caldo. In generale, il ghiaccio dovrebbe essere applicato quando compare il dolore e, dopo 3 o 4 giorni, si passa al caldo, in modo che i muscoli si possano rilassare. Possono essere opportuni anche i massaggi e l’esercizio fisico, da svolgere anche grazie all’aiuto di un fisioterapista. Fra i rimedi naturali da tenere presenti, si possono ricordare l’artiglio del diavolo, lo zenzero, l’arnica montana, il sambuco e l’olio essenziale di lavanda.

Per prevenire e lenire i dolori lombari è utilefare una serie di specifici esercizi in grado di alleviare il dolore in meno di 15 minuti.

E’ importante determinare la causa del mal di schiena al mattino per poterla correggere e mettere fine a questo scomodo sintomo,e in questo caso l’ osteopatia potrebbe essere un valido aiuto.