GUARDA DOVE HAI L’ACNE E SCOPRI COME STAI

La medicina cinese ritiene che l’acne che compare sulle diverse parti del viso sia una rappresentazione dei problemi presenti in corrispettive parti del corpo.

Ad esempio, l’acne sulla parte superiore delle guance è una risposta allo stress dei polmoni e delle vie respiratorie. Il fumo può essere una delle cause. Per questa ragione, per avere un’idea di quali siano gliorgani che necessitano di attenzione e cura può essere sufficiente osservare la zona dove l’acne si presenta.

Scopriamo insieme a quali organi corrisponde ogni zona del viso. Read more…

Organi e emozioni: le corrispondenze secondo la medicina greca e cinese

La medicina moderna tende ad avere un approccio piuttosto meccanico nella visione del corpo e delle funzioni fisiologiche degli organi che lo compongono. Ma nell’antica medicina greca e nella medicina tradizionale cinese, così come in altri sistemi medici tradizionali, gli organi interni sono considerati la sede delle emozioni e risultano influenzati da esse. Read more…

Come la colonna vertebrale è connessa a tutti gli organi e alle emozioni

Attorno alla colonna vertebrale si organizza l’intera struttura del corpo. La testa, il torace, le spalle (con le braccia e le mani), il bacino (con le gambe e i piedi), si inseriscono attraverso l’apparato osteo-articolare a vari livelli sulle vertebre: 33-34 segmenti ossei articolati tra loro dai dischi intervertebrali che partendo dall’alto si distinguono in 7 vertebrali cervicali, 12 toraciche o dorsali, 5 lombari, 5 sacrali (fuse insieme in un unico osso: il sacro), 4 o 5 coccigee. Read more…

Scopri quale parte della mano toccare per guarire gli organi

I massaggi alle mani permettono di alleviare dolori e fastidi e, al tempo stesso, di procurare un piacere fisico ed emotivo molto intenso. Da sempre quando una persona sta male, le si prende la mano per accarezzarla, il nostro inconscio sa bene che, come dimostra la fisica quantistica, il tutto è riflesso in ogni sua parte.

TECNICA ANTICA

Massaggiando in un certo modo i punti che corrispondono ai vari organi, si interviene per riflesso sugli organi stessi stimolandoli a reagire e a sbloccare uno stato di cattivo funzionamento degli stessi. Un reperto archeologico di un massaggio della mano e del piede è stato scoperto nell’antico Egitto nella necropoli di Sakkara.

Questi punti sono rilassanti o eccitanti e alcuni divengono persino mortali se stimolati con forza (nei film di arti marziali compaiono spesso); alcuni di questi sono situati nei piedi o nelle mani; ma esistono anche in bocca, nella mucosa nasale, nell’orecchio, sulla testa, lungo la spina dorsale, ecc.

RISCOPERTA MODERNA

Il maestro fondatore dellariflessologia moderna in quanto disciplina è considerato William H. Fitzgerald, il medico statunitense che, nel 1872, si accorse che esercitando una pressione su alcune parti del corpo era in grado di compiere piccole operazioni senza bisogno di anestesia. Sperimentando dunque lui stesso ilmassaggio alle mani, citava ad esempio come le contrazioni del travaglio fossero sopportate meglio e il parto si accelerasse facendo stringere alla partoriente con entrambi le mani due pettini di circa dieci centimetri di lunghezza e praticandole una sollecitazione ai piedi. Nel 1910 tracciò una mappa del corpo umano attraversato da 10 meridiani diviso in altrettante zone, le cui parti ed organi trovano i corrispondenti punti riflessi nelle mani e nei piedi. Purtroppo da allora nessun passo avanti è stato realizzato dalla medicina per portare e studiare approfonditamente questi meccanismi (che purtroppo ognuno potrebbe usare senza acquistare farmaci, quindi non sorprende).

ECCO I PUNTI CORRISPONDENTI AI VARI ORGANI

I SENI FRONTALI: La punta del mignolo, dell’anulare, del medio, dell’indice e del pollice corrispondono ai seni frontali.

LA TESTA: La seconda falange del pollice corrisponde alla testa. L’articolazione deve essere fatta lavorare con delle specifiche estensioni e delle apposite flessioni. Eventualmente, si può iniziare dalla radice del dito e poi, adottando una specie di movimento a spirale, giungere fino al polpastrello.

LE ORECCHIE: Le orecchie corrispondono alla base dell’anulare e del mignolo e le loro prime falangi. Massaggiare queste parti è molto semplice e lo si può fare in qualsiasi momento della giornata. La parte tra le due dita, inoltre, va stimolata in modo energico, senza preoccuparsi che si senta un leggero dolore.

GLI OCCHI: La base dell’indice e del medio e le loro prime falangi corrispondono agli occhi, che possono provare una piacevole sensazione di benessere. Il massaggio deve cominciare dalla giuntura del polso fino alla base delle dita.

IL PLESSO SOLARE: La zona compresa tra il pollice e l’indice corrisponde al plesso solare e crea un effetto rilassante e di distensione; nel caso in cui essa venga massaggiata più intensamente, quello che ne deriva è un effetto alquanto stimolante. Il massaggio può essere effettuato sia con la mano aperta che con il pugno chiuso. Oltre alla zona tra indice e pollice, va premuto anche il palmo della mano.

NERVO SCIATICO: L’attaccatura della mano corrisponde al punto riflesso del nervo sciatico. Basta muovere il polso in tutte le direzioni, roteandolo, per avere una distensione dei nervi.

FEGATO / CUORE: La parte esterna della mano destra, corrisponde al fegato, mentre quella della mano sinistra corrisponde al cuore.

STOMACO / INTESTINO: Corrispondono alla parte centrale e compresa fra indice e pollice della mano destra. Massaggiarli può aiutare a distendere le mucose e aiutare la digestione.

Per ulteriori corrispondenze vedi la mappa ad inizio articolo.

La relazione tra la colonna vertebrale e gli organi del corpo

È il nostro sostegno, ci permette di camminare e di stare in piedi. La colonna vertebrale è molto più importante di quanto si pensi e ha una relazione sorprendente con gli altri organi del corpo. Esiste, infatti, una connessione tra la spina dorsale e le malattie che si possono patire tutti i giorni.

La spina dorsale e le altre parti del corpo

La malattia che viene più spesso collegata alla colonna vertebrale dai medici è il mal di testa, che si scatena dopo aver dormito in una posizione sbagliata o dopo aver fatto un movimento brusco. Tuttavia, questa non è l’unica relazione che esiste tra le ossa e i dolori che colpiscono il corpo.

Cominciando dalla nuca fino ad arrivare al coccige, ci sono diversi punti, uno sotto l’altro, collegati ad una specifica parte del corpo. Ecco quali sono:

Testa e orecchie, occhi e lingua, denti, naso e bocca

Gola, collo e spalle

Ghiandola tiroidea

Mani

Cuore, polmoni e seno

Cistifellea, fegato, stomaco, pancreas, milza

Ghiandole surrenali, reni, vescica

Intestino tenue, colon, intestino crasso

Organi riproduttori

Schiena

Piedi

La colonna vertebrale riveste il midollo spinale, che ha il compito di trasmettere tutte le informazioni che hanno origine nel cervello e che viaggiano verso il resto del corpo. Possiede diverse terminazioni nervose che passano lungo ogni vertebra ed è quando queste ossa perdono il loro allineamento naturale che sorgono i problemi di comunicazione. In questo modo, iniziano i dolori e le malattie.

Quando sentiamo un fastidio o scopriamo di soffrire di qualche malattia, è possibile capire quale parte della colonna vertebrale si è “sconnessa” dal sistema.

Ecco perché i problemi della cervicale, per esempio, possono provocare un intorpidimento delle mani. Quando il problema si localizza nelle vertebre toraciche, invece, il dolore si manifesta nello stomaco e quando si trova nella zona lombare, può scatenarsi una perdita di sensibilità delle gambe.

Colonna vertebrale e relazione emotiva

Secondo la medicina olistica, il mal di schiena è la conseguenza di sentimenti negativi che si accumulano nel corpo. I chiropratici, inoltre, affermano che con i giusti massaggi è possibile ridurre i problemi di vista, le emorroidi o le ulcere gastriche.

Per poter capire un po’ meglio tutto ciò, è necessario sapere qualcosa in più sulla zona della spina dorsale. Le vertebre si dividono in cervicali, toraciche e lombari. Alcuni aggiungono anche la zona dell’osso sacro e quella del coccige.

Quando c’è un problema in una di queste zone, i sintomi non si manifestano solo nella schiena. Vediamo quali sono le relazioni tra le vertebre, le emozioni e le malattie.

Vertebre cervicali

Atlante o prima vertebra: sostiene la testa e un dolore in questa parte può essere la conseguenza di paure, preoccupazioni e negatività. Scatena emicranie e problemi nervosi.

Epistrofeo o seconda vertebra: permette i movimenti della testa ed è connessa agli organi dei sensi (occhi, timpani, naso e bocca)

Terza vertebra: problemi in questa vertebra implicano danni alla pelle, alle ossa e ai nervi del viso, delle orecchie e dei denti. Dal punto di vista emotivo, invece, è relazionata all’isolamento.

Quarta, quinta e sesta vertebra: si trovano alla stessa altezza della ghiandola tiroidea e hanno quindi una stretta relazione con essa. Sono collegate alla voce, alla gola e alle corde vocali. Possono provocare disturbi della faringe, della laringe, ecc.

Vertebra prominente o settima vertebra: questa vertebra subisce gli influssi della morale, delle credenze e della spiritualità. La sua salute si ripercuote sulle braccia, sui gomiti, sulle mani e sulle spalle, poiché può infiammarli o impedire loro di muoversi liberamente.

Vertebre toraciche

Prima vertebra toracica: reagisce appena ignoriamo i nostri limiti quando facciamo sport, quando lavoriamo o quando realizziamo i semplici sforzi quotidiani. Implica difficoltà respiratorie.

Seconda vertebra toracica: perde l’equilibrio quando non esprimiamo le nostre emozioni e si manifesta tramite dolori al cuore e ai polmoni.

Terza vertebra toracica: anche questa è collegata alle funzioni respiratorie e al petto.

Quarta vertebra toracica: ha a che vedere con il piacere, con le tentazioni e con i desideri insoddisfatti. Ciò può provocare problemi alla cistifellea.

Quinta vertebra toracica: i problemi di questa vertebra sono collegati alla sensazione di perdita di controllo e si manifestano tramite disturbi epatici e del sangue.

Sesta vertebra toracica: se non è in buone condizioni, scatena problemi di stomaco.

Settima vertebra toracica: reagisce quando non si dorme abbastanza e se non si è rilassati.

Ottava e nona vertebra toracica: si trovano all’altezza del diaframma e lo “gestiscono”. Se si ha molta paura o si prova insicurezza, è la prima zona che ne risente. Le malattie della milza, le allergie o l’orticaria sono le reazioni più comuni.

Decima vertebra toracica: una profonda insicurezza scatena dolori ai reni.

Undicesima vertebra toracica: è collegata al sistema nervoso e può scatenare malattie cutanee come l’acne o l’eczema.

Dodicesima vertebra toracica: uno squilibrio di questa vertebra scatena problemi intestinali, dolori articolari, disturbi delle tube di Falloppio e una circolazione linfatica carente.

Vertebre lombari

Prima vertebra lombare: può causare patologie dell’intestino e del colon, come la stitichezza o la dissenteria.

Seconda vertebra lombare: la solitudine e la timidezza influiscono su questa vertebra che, quando non si trova in condizioni ottimali, provoca vene varicose, dolori all’addome e appendicite.

Terza vertebra lombare: quando si devono affrontare problemi familiari, ciò si manifesta tramite dolori degli organi riproduttivi, della vescica e delle ginocchia. È anche causa di artrite.

Quarta vertebra lombare: implica dolori del nervo sciatico e, nel caso degli uomini, problemi alla prostata.

Quinta vertebra lombare: patisce le conseguenze della gelosia e del dispiacere e provoca dolori nelle gambe, nelle ginocchia e nei piedi.

Vertebre sacrali

Prima, seconda e terza vertebra sacrale: scatenano problemi sessuali.

Quarta e quinta vertebra sacrale: sono collegate a dolori e problemi di fertilità, herpes, cisti, calcoli renali, diarrea e stitichezza.

Per concludere, il coccige, che è considerato il centro dell’energia corporea, poiché è qui che si trova il primo chakra, può scatenare problemi intestinali, urinari, riproduttivi, circolatori e digestivi.