Ernia iatale: cause, sintomi e alimentazione corretta

L’ernia iatale è un disturbo molto comune; non è una vera e propria patologia, si tratta più di una condizione anatomica caratterizzata dalla risalita di una parte dello stomaco, nella cavità toracica, attraverso un’apertura presente nel diaframma chiamata iato esofageo o iato diaframmatico.

Sono due le tipologie di ernia iatale più comuni:

Ernia iatale da scivolamento ed Ernia iatale para-esofagea.

Il primo caso, il più diffuso, è caratterizzato da un allargamento dello iato e dalla risalita di una porzione dello stomaco, compresa in genere all’interno dei 2 cm, al di sopra del diaframma. La parte interessata si sposta su e giù in base alla pressione esistente nell’addome.

Il secondo caso, molto più raro invece, interessa una porzione ben più ampia di stomaco che si sposta al di sopra del diaframma, affiancando l’esofago.

Sintomi

L’ernia iatale non presenta una sintomatologia molto accentuata. I disturbi più comuni sono collegati a i sintomi da reflusso, esofagite da reflusso, esofago di Barret. Si tratta quindi di difficoltà digestive, rigurgiti, in alcuni casi stipsi o, al contrario, diarrea.

Cause

Benché ancora non siano state individuate delle cause ben precise per la comparsa dell’ernia iatale, sono stati analizzati una serie di fattori che influiscono in modo determinante su questa patologia: alimentazione, stile di vita, tipo di lavoro e predisposizione genetica sono tra i più diffusi.

Sembra che il disturbo sia più frequente in età avanzata, quando il collagene dei tessuti interni perde di tono.

Da non sottovalutare, inoltre, lavori che comportano lo spostamento di pesi o sforzi eccessivi, ma anche obesità, forti traumi all’addome, tosse cronica e stress eccessivo (che causa l’indebolimento dei tessuti).

Come intervenire attraverso l’alimentazione

Un cambio di abitudini alimentari non fa rientrare l’ernia, ma di sicuro può aiutare ad alleviare sintomi e fastidi.

Eliminare alcuni alimenti, prediligendone altri, aiuta a gestire meglio il bruciore di stomaco e l’indigestione acida, che provocano sensazione di bruciore anche alla gola e al petto.

Vediamo allora insieme quali alimenti è bene eliminare e quali invece consumare se si soffre di ernia iatale.

Cosa mangiare

In generale, è preferibile orientarsi verso una dieta che eviti l’acidità gastrica e che sia ricca di fibre. Tra i cibi maggiormente consigliati, troviamo:

banane e mele,fagiolini, piselli, carote, broccoli,cereali (soprattutto integrali), pane, riso, pasta,dolci poveri di grassi,fonti proteiche magre,patate al forno.

Per chi consuma formaggi, è bene scegliere quelli senza grassi. Può essere utile inoltre bere molta acqua, per favorire la diuresi e una corretta idratazione del corpo. In ogni caso, è possibile che determinati alimenti possano ugualmente portare fastidio in soggetti intolleranti.

Gli alimenti da evitare

Gli alimenti da evitare, ovviamente, sono quelli che possono portare ad acidità gastrica. Tra questi in particolar modo:

agrumi e succhi d’arancia,cioccolato,aglio e cipolle,cibi fritti,carni grasse,cibi e spezie piccanti,piatti a base di pomodoro,caffè e tè.

Inoltre, è consigliabile eliminare dalla propria dieta bevande gassate, alcool, prodotti lattiero-caseari, latte intero, gelato e crema.

Alcune indicazioni

Per evitare che i sintomi dell’ernia iatalepeggiorino, è meglio evitare le abbuffate e prediligere pasti con porzioni più piccole ma più frequenti. Anche il modo in cui cucinate gli alimenti può incidere sulla vostra salute: preferite cuocere in modo sano, al vapore, al forno o alla griglia, evitando le fritture.

Seguite inoltre uno stile di vita sano, evitando di andare a dormire subito dopo i pasti (aspettate 2-3 ore), cercando di mantenere il vostro peso forma, eliminando il fumo e indossando abiti che non stringono sullo stomaco.

Seguendo questi consigli, potrete evitare un’acutizzazione dei sintomi legati al vostro disturbo.

Guardati il viso e attraverso questa mappa scopri il tuo stato di salute

Anche dall’osservazione del corpo si devono saper interpretare tutti i segnali indicanti lo stato di Salute o di malattia dell’essere.

Gli squilibri del nostro corpo si rispecchiano sulla sua superficie in modo prima tenue poi via via sempre più intenso ed attraverso zone e punti dolorosi situati in luoghi precisi e caratteristici; attraverso l’eliminazione cutanea, appaiono come foruncoli, pruriti, forfora, sudorazioni, pustole, ecc; saper riconoscere ed interpretare questi Segni Rivelatori è della massima utilità, perché consente di conoscere il nostro stato di salute e di evitare le malattie o comunque di attraversarle in forma lieve. Read more…

Come rilassare lo stomaco lavorando sul diaframma. La chiave della serenità e digestione vincente

Lo stomaco è il principale organo dove somatizziamo tutti i pensieri ed emozioni negative, lo stress, le paure ed i traumi. La sua corretta funzione è legata al diaframma, un muscolo importantissimo, che la somatizzazione, una vita sedentaria e una cattiva respirazione possono danneggiare.
Il legame tra il cervello e lo stomaco è continuo e fitto, per questo il NCCAM (National Center for Complementary and Alternative Medicine), suggerisce di usare la respirazione per lavorare sul diaframma, così da rilassare la pancia e sciogliere la tensione nervosa. Read more…

Come rilassare lo stomaco. La chiave della serenità e digestione vincente

Lo stomaco è il principale organo dove somatizziamo tutti i pensieri ed emozioni negative, lo stress, le paure ed i traumi. La sua corretta funzione è legata al diaframma, un muscolo importantissimo, che la somatizzazione, una vita sedentaria e una cattiva respirazione possono danneggiare.

Il legame tra il cervello e lo stomaco è continuo e fitto, per questo il NCCAM (National Center for Complementary and Alternative Medicine), suggerisce di usare la respirazione per lavorare sul diaframma, così da rilassare la pancia e sciogliere la tensione nervosa. Siamo abituati ad avere una respirazione “corta e alta” ovvero breve e usando solo la parte alta dei polmoni senza arrivare ad una vera e propria ossigenazione completa.

Stress, ansia nervosismo, cattiva digestione e sistema immunitario debole oltre alla tendenza ad avere problemi cardiaci sono gli effetti.
DECONTRARRE IL DIAFRAMMA PER LIBERARSI DALLA TENSIONE

Mettiti in piedi con le gambe leggermente divaricate, abbassa un poco il mento verso la gola senza arrivare a toccarla, né a chinare troppo la testa.
Espira espellendo l’aria dapprima nella parte alta dei polmoni, rilassando i muscoli pettorali, poi continua l’espirazione facendo rientrare lentamente i muscoli addominali (pancia in dentro).
Ora rilasciali, inizia ad inspirare lentamente nell’addome. Gonfia poi il torace con gradualità fino all amassimo espansione ed evitando rigorosamente di alzare le spalle.

Fai 10 respirazioni in questo modo, facendo attenzione ad osservare come quando si inspira la pancia si gonfia mentre quando si espira la pancia si sgonfia. L’obiettivo è quello di riportare verso il basso la respirazione e sciogliere il diaframma. Cercare di essere il più sciolti possibile e di allentare la tensione alla testa.

TECNICA DEL CANTANTE

Una variante di questo esercizio è lo stesso usato dai cantanti lirici per aumentare le prestazioni e la qualità della voce.
Nella fase di espirazione dell’esercizio precedente, spalanca la bocca e, a voce alta, emetti una lunga “aaaaaaaa”, come quando da bambina il medico di chiedeva di fare per controllarti la gola (ma questa volta senza tirare fuori la lingua).
Piano piano, ripetendo l’esercizio per una decina di minuti ogni giorno, ti accorgerai che il tono della voce acquisterà potenza e quella che prima era una voce “di testa” diventerà “di petto”, poiché tutta la gabbia toracica funzionerà da cassa di risonanza, finalmente liberata dalla tensione.

ULTERIORI CONSIGLI

Bere infusi rilassanti della muscolatura: Melissa, finocchio, malva sono erbe che calmano i nervi e rilassano la muscolatura sciogliendo quindi il diaframma.

Digitopressione: Sdraiati, esercita una leggera pressione un paio di centimetri sotto lo sterno, verso il basso, massaggia questa zona per qualche minuto.

Massaggiare la pancia: Chiudere gli occhi, fare un profondo sospiro buttando fuori tutta l’aria. Fai delle respirazioni profonde e con una mano effettua un massaggio rotatorio sulla pancia in senso orario ovvero salendo a destra e scendendo a sinistra.

Saltellare o shaking: Saltare da un gradino ripetutamente o fare lo shaking spingono il diaframma verso il basso sciogliendo la tensione. Per fare lo shaking mettiti in posizione eretta con le gambe alla larghezza delle spalle e ginocchia leggermente piegate: cerca come di sfondare il suolo senza staccare i piedi da terra ma solo piegando le ginocchia e mantendo la postura eretta.

Rilassare la pancia potrà cambiare la tua vita! I problemi di digestione scomparirano insieme allo stress e l’ansia. Inoltre anche la tua autostima e la vita sociale migliorerà: la pancia è infatti legata alla mancanza di fiducia in sé, alla forza di volontà, di farsi strada nella vita. Riportando la respirazione verso il basso ci si riconnette alla terra, ci si riconnette alla forza primordiale che gli orientali chiamano Hara, Tandien, Terzo Chakra.

Orologio circadiano : perché ho dolori e problemi sempre alla stessa ora?

Avete mai cambiamenti di energia e umore nelle diverse ore del giorno? Potreste dormire di più ma vi alzate sempre alla stessa ora? L’orologio biologico degli organi ci può dare una risposta. I disturbi (non solo fisici, ma anche emozioni e pensieri) che si manifestano in particolari ore della giornata rimandano a determinati organi. Anche le terapie possono essere più efficaci in certi momenti,  e potremmo perfino adeguare i nostri orari di lavoro all’orologio degli organi.

Ecco quindi a quali organi sono riconducibili i disturbi che compaiono in determinate ore del giorno, quali sono gli orari in cui le cure risultano più efficaci e quali sono i momenti migliori per le fasi di lavoro o di riposo.

Nel corso del XXI secolo l’uomo si è allontanato sempre più dal suo naturale ritmo di vita. Spesso la nostra pianificazione quotidiana non viene più stabilita dalla naturale alternanza di giorno e notte, ma è strutturata da una serie di obblighi e di compiti impellenti ai quali lo svolgimento della giornata è costretto ad adeguarsi. Per questo molte persone si sentono sotto pressione, hanno i nervi a fior di pelle e sono esaurite, dopodiché sviluppano i tipici sintomi da stress. Prima o poi la maggior parte di noi finisce per soffrire di disturbi ricorrenti del sonno, di emicrania, di problemi gastrointestinali o di perdita di energia, fino a provare sbalzi di umore di tipo depressivo.

La Medicina Tradizionale Cinese(MTC) ritiene che per ogni organo del corpo ci siano determinate ore del giorno in cui avviene un picco massimo nella sua funzionalità. L’ora di punta di un organo è quella in cui il Qi – l’energia vitale – fluisce maggiormente attraverso il meridiano legato a quel particolare organo.

In medicina cinese a seconda che un disturbo compaia spesso (o sempre) nel momento in cui l’energia è massima in un determinato organo fornisce indicazioni molto utili per capire come ripulire quell’organo e quale emozione lo sta bloccando.

Ecco allora lo schema degli organi in relazione alla loro specifica fascia oraria ( si fa riferimento all’ora solare ). Per approfondire sulla mappa tra orari-organi-disturbi-terapia vedi il libro L’Orologio degli Organi.

3:00-5:00 POLMONE

Il primo ad attivarsi è il Polmone, responsabile di muovere il Qi attraverso tutto il corpo e anche di dirigere il sangue e quindi l’ossigeno nei vari organi. Questo è il momento migliore per ricaricare i polmoni se si desidera avere sufficiente fiato per parlare e abbastanza energia per affrontare la giornata.
I polmoni governano la voce, il sistema respiratorio, il sudore, la salute della pelle e la salute del sistema immunitario; ricaricare i polmoni con il sonno è particolarmente importante se avete problemi con una qualsiasi di queste aree. Se vi svegliate o siete ancora svegli in queste ore senza alcun motivo apparente, è spesso colpa dell’angoscia, l’emozione principale legata al polmone. Allo stesso modo, se siete già svegli e sentite dei cambiamenti improvvisi di energia o di benessere, potrebbe esserci un sentimento correlato al dolore e al distacco. Sentirsi sereni indica la mancanza di problemi di questo tipo e che si ha polmoni forti e una voce forte.

5:00-7:00 INTESTINO CRASSO

Questo orario è il migliore secondo i cinesi per svuotare l’intestino perché è massima la forza in quest’organo e dunque migliore la capacità di espellere dal nostro organismo le scorie. Ottimo in questa fase bere acqua tiepida. L’ansia è l’emozione che danneggia questo organo.

7:00-9:00 STOMACO

A quest’ora la funzione digestiva è ottimale e quindi bisognerebbe fare una bella e ricca colazione. Se non si fa una colazione nutriente gli altri organi successivi non riceveranno energia e quindi ci sentiremo stanchi per tutta la giornata. Questo concorda con la medicina naturale che afferma che fare una ricca colazione attiva il metabolismo. Allo stomaco è legata l’emozione di preoccupazione. Qualsiasi cambiamento significativo sia fisico che emotivo di cui siate coscienti, in questo periodo della giornata può influenzare l’umore e la funzione digestiva.

9:00-11:00 MILZA

La milza, secondo i cinesi, è un organo molto importante perché in grado di trasformare il cibo in energia utile a tutti gli organi. Se non si è fatta una buona colazione quindi la milza non è in grado di fare bene il suo lavoro e si possono avere cali di energia. Ma siete ancora in tempo: anche questa fascia oraria è indicata per la colazione. Il rimuginare, il preoccuparsi, avere un’eccessiva attività intellettuale danneggia la milza. Questo può portare a un deficit di Qi di milza, causando a sua volta preoccupazione e conseguente affaticamento, letargia, e incapacità di concentrarsi.

11:00-13:00 CUORE

Questa fascia oraria interessa il cuore e bisognerebbe evitare al fisico ogni tipo di stress. E’ il momento ideale dunque per pranzare e poi rilassarsi un attimo. Non bisognerebbe dedicarsi ad esercizi fisici intensi e stare troppo al caldo. Le emozioni legate al cuore sono la gioia, l’entusiasmo e la quiete. Ciò significa che il cuore è più forte in presenza di queste emozioni, ed è ostacolata da quelle opposte (anche il troppo entusiasmo danneggia il cuore perché disperde l’energia). Qualsiasi problema fisico a quest’ora, come dolore o sofferenza, o cali di energia, possono essere collegati con dei blocchi energetici del cuore.

13:00-15:00 INTESTINO TENUE

Questa è una fase importante perché si sta assimilando il pranzo e per ottenere la massima energia da ciò che si è mangiato bisognerebbe evitare lavori pesanti o mentalmente stressanti. Nella prima parte della fascia oraria è ancora un buon momento per mangiare. L’intestino tenue è associato al cuore e quindi la sua emozione è la gioia.

15:00 – 17:00 VESCICA

L’orario migliore per fare le cose più importanti e impegnative della giornata, come studiare e dare il massimo sul lavoro. Naturalmente se ci si è nutriti e idratati bene nel resto della giornata. La vescica è legata alla paura. Segnali fisici e sintomi in questo momento della giornata potrebbero riguardare questa emozione.

17:00-19:00 RENE

Il rene è un organo chiave in medicina tradizionale cinese: è considerato la radice della vita, è la nostra fonte di energia . E’ proprio questo il momento in cui si possono avvertire cali energetici, in questo caso mangiare qualcosa di salato (non troppo) può stimolare il rene nelle sue funzioni. Il rene è l’organo del corpo più fortemente legato alla paura. Non solo le manifestazioni fisiche in queste ore possono essere correlate alla paura, ma è meglio evitare cose come i film horror in questo momento perché possono indebolire il rene.
Il rene è anche strettamente collegato con la forza di volontà, la sicurezza, il senso di distacco e di isolamento. Quindi, eventuali sintomi che si manifestano in queste ore potrebbero avere a che fare con queste emozioni. (NOTA:  il sistema Rene cinese include anche il sistema immunitario, endocrino ed ormonale, e le ghiandole quali la tiroide, la paratiroide e le surrenali)

19:00-21:00 PERICARDIO

Il pericardio è strettamente connesso al cuore (anatomicamente è la membrana sierosa che lo protegge), questo è un momento ideale per fare qualche pratica che aiuti a rilassare e conciliare il sonno come la meditazione, una leggera attività fisica, leggere, ecc. ma anche dedicarsi alla convivialità e alla famiglia. La sera bisognerebbe mangiare poco. Poiché il pericardio è strettamente legato al cuore anche ad esso è associata l’emozione della gioia. Sintomi e malesseri che si manifestano in queste ore possono pertanto riflettere il vostro stato emotivo.

21:00-23:00 TRIPLICE RISCALDATORE

Il Triplice riscaldatore è un meridiano di Medicina cinese che è in stretto rapporto con molti organi e visceri del corpo, che agiscono sotto la sua protezione e direzione. Durante questo orario dovremmo addormentarci (prima in inverno, un po’ più tardi in estate). Anche questo organo è legato alla gioia.

23:00-1:00 CISTIFELLEA

La cistifellea è strettamente correlata al fegato. La cistifellea è legata al coraggio e all’utilizzo saggio della capacità di giudizio. Segni e sintomi che si presentano in queste ore possono riguardare problemi nel prendere decisioni(che possono sfociare in decisioni avventate o indecisione) e timidezza.

1:00 -3:00 FEGATO

Il fegato è importante nella disintossicazione dalle tossine del corpo e, secondo la MTC, disintossica anche le nostre emozioni. L’emozione più fortemente legata al fegato è larabbia, così come frustrazione, amarezza e risentimento. Dormire in queste ore è l’ideale per concentrate la massima energia nella funzione di disintossicazione. Questo spiega perché andare a dormire prima di quest’ora rende sani il corpo e la mente.
E’ interessante notare che, se vi svegliate spesso in queste ore, oppure non vi siete ancora addormentati, e sentite un cambiamento di stato, esso può essere causato dalla rabbia o dalla frustrazione latenti che stanno mettendo sotto pressione il fegato mentre cerca di disintossicarsi da esse.

La medicina cinese ha origini antichissime ed è una delle più efficaci e non invasive a cui rivolgersi. La medicina occidentale ha riconosciuto l’agopuntura e orala scienza ha finalmente convalidato l’esistenza dei meridiani energetici. Ritorniamo ad ascoltare il nostro corpo, i suoi bisogni, i suoi messaggi, invece di affidare la responsabilità della nostra salute a qualcun’altro. Scopriremo il potere dell’autoguarigione di ogni essere umano.