Curare il mal di testa con l’alimentazione

Le cause che portano ad avere il mal di testa sono veramente tantissime. Possono essere legate al cibo, agli ormoni, ai problemi cervicali, allo stile di vita. Chi ne soffre, avverte forti disagi, tanti e tali che, in alcuni casi, compromettono le normali attività quotidiane.

Abbiamo già descritto alcuni rimedi naturali per calmare il mal di testa, oggi, invece, parliamo di come combatterlo attraverso l’alimentazione.

L’alimentazione in questi casi è molto importante, proprio perché è una delle cause alla base di questo disturbo. Ecco perché, per stare bene, è necessario innanzitutto mangiare bene. Vediamo come.

Alimenti da consumare con moderazione

Partiamo da un elenco di alimenti che dovrebbero essere consumati con moderazione. La ragione è da ricercarsi nel fatto che alcuni di questi cibi contengono sostanze verso le quali determinati soggetti, maggiormente predisposti ai mal di testa, sono intolleranti, o semplicemente perché sono più difficili da digerire.

Ecco la nostra lista:

Legumi
Cipolle
Crauti (cavoli fermentati)
Olive in salamoia
Frutta secca in guscio
Pane e pizza caldi (appena sfornati)
Banane mature
Cioccolato
Pomodori
Fragole
Peperoni.
In particolare, il cioccolato va evitato da chi soffre di mal di testa, a causa della feniletilamina contenuta in esso. Questa sostanza funge da vasodilatatore ed è sconsigliata a chi è particolarmente sensibile.

Inoltre, fragole, pomodori e peperoni, sono cibi ricchi di istamina e spesso possono provocare cefalee a causa di un eccessivo accumulo di questa sostanza, soprattutto nelle persone tendenti ad allergie.

Inutile sottolineare la necessità di evitare carni conservate, salumi, insaccati, formaggi stagionati che contengono nitrati e tiramina, nemici di chi soffre di attacchi di cefalea.

Alleati contro il mal di testa

Ecco invece un piccolo elenco di cibi che possono aiutarci a lenire i disturbi derivanti dal mal di testa.

Patate. Le patate, lo sappiamo, sono ricche di potassio. Una carenza di questo componente nel nostro corpo, può causare mal di testa. Ecco che, il consumo di patate può aiutarci ad alleviare i sintomi delle cefalee derivanti da questa carenza.
Anguria. Anche la disidratazione è una delle principali cause del mal di testa. Invece di prendere medicinali per alleviare le vostre sofferenze, potreste considerare di aumentare il consumo di frutta e verdura che contengono acqua. E quale alimento meglio dell’anguria! Inoltre, l’anguria contiene anche magnesio, essenziale nella prevenzione del mal di testa.
Caffè. Anche il caffè è considerato uno dei rimedi per alleviare le cefalee. Ma solo se assunto con moderazione. Il caffè è un vasocostrittore e può aiutare in tutte quelle situazioni in cui i nostri problemi derivano dal flusso del sangue. In generale, però, consigliamo di preferire gli altri alimenti, anche perché se da un lato il caffè può lenire il dolore, dall’altro può anche esserne la causa.
Mandorle. Abbiamo già parlato delle innumerevoli proprietà delle mandorle. Tra queste troviamo anche la capacità di far passare il mal di testa. Questo perché contengono magnesio, essenziale nella prevenzione dei nostri problemi. Inoltre contribuiscono al buonumore!
Spinaci. Gli spinaci hanno dimostrato di contribuire a ridurre la pressione sanguigna e alleviare il mal di testa, sono inoltre ricchi di vitamina B2. Si può pensare di consumarli in una buona insalata, assieme ad altri cibi utili al nostro scopo: via con la fantasia allora!
Miglio. Anche il miglio è inserito tra i cibi che ci aiutano a combattere il mal di testa grazie al suo importante apporto di magnesio.
Semi di sesamo. Ecco infine l’ultimo consiglio utile ad alleggerire le nostre sofferenze: consumare semi di sesamo. Questi piccoli semi hanno un grande valore nutrizionale e stabilizzano i livelli di estrogeni, prevenendo l’emicrania durante il periodo mestruale. Anch’essi sono ricchi di magnesio e possono essere usati ovunque: sulle insalate, nelle farine, nelle zuppe.
Quelli forniti sono solo dei piccoli suggerimenti per alleviare il mal di testa. Ricordate: questo problema, soprattutto se persistente, può essere il sintomo di qualcosa di più grave. Ecco perché è sempre consigliabile il parere medico.

DALLA TESTA AL CORPO – I conflitti interiori che logorano l’organismo

Un amore sbagliato. Una grave perdita, un lutto, una separazione, una persistente insoddisfazione sul lavoro. Frequentissime condizioni che possono dare non solo ansia, tristezza, malinconia, ma anche malattie psicosomatiche, come eruzioni cutanee, problemi digestivi e respiratori, disturbi del sonno. Come ben spiega la psiconeuroendocrinoimmunologia e la medicina psicosomatica, i sentimenti e le emozioni negative, soprattutto quando non espresse, possono radicarsi nel corpo. Read more…

Come bloccare un’emicrania istantaneamente con il sale

L’emicrania è un mal di testa intenso, che di solito si sente su un lato della testa, accompagnato da una ipersensibilità alla luce, nausea e, talvolta, anche vomito.

 

Questo tipo di mal di testa non risponde agli analgesici convenzionali, divenendo un vero e proprio incubo per chi ne soffre.

Nonostante possa sembrare incredibile, uno dei rimedi migliori per alleviare l’emicrania è il sale comune, quello che tutti noi usiamo in cucina.

 

Il processo è semplice: in un bicchiere di succo di limone appena spremuto, versa un’alta concentrazione di sale.

Perché il sale cura l’emicrania?

Si ritene che la causa principale dell’emicrania è la mancanza di sodio nel nostro corpo. Per essere più precisi, gli esperti consigliano l’uso di sale himalayano, che possiede un grandissimo numero di proprietà per la salute.

Inoltre, ha la capacità di bloccare i ricettori del dolore, riducendone l’intensità, e mantiene l’equilibrio della secrezione di serotonina, creando un aumento di energia e rinforzando il sistema immunitario.

Il sale himalayano contribuisce alla regolazione dell’equilibrio alcalino e degli elettroliti, normalizzando tutte le funzioni del corpo. Attenzione: questo rimedio non è adatto a chi soffre di ipertensione.

Tre ingredienti comuni in cucina aiutano a debellare il mal di testa.

Sono in molti a soffrire di mal di testa frequenti o cronici. Il dolore persistente diventa spesso più di un semplice fastidio. Per alcuni è così intenso che il tran tran di tutti i giorni ne risente: anche le attività più banali si fermano quando il dolore costringe a letto. Per poter riprendere una vita normale, in tanti ricorrono a potenti antidolorifici, ma questa non è una soluzione a lungo termine. Ecco perché vi presentiamo un rimedio naturale, grazie al quale potrete sbarazzarvi dei mal di testa cronici. Usando questo accorgimento, il dolore sarà alleviato senza gli effetti collaterali delle medicine. È davvero semplice.

Iniziate lavando, pelando e tagliando l’aglio. Mettetelo in un vasetto insieme al miele e aggiungete il pepe solo alla fine. Chiudete il barattolo (meglio usarne uno per le conserve) e lasciate in infusione per 5 giorni. Ed ecco fatto.

Non appena avvertite i primi fastidi, potete mangiare un cucchiaio di questo mix benefico e fermare il mal di testa. La cosa importante è che nel cucchiaio ci siano almeno un pezzo di aglio e il pepe. Potete prenderne una dose ogni giorno anche se non avete sintomi, a scopo preventivo. Grazie alle proprietà antibatteriche del miele, combinate con aglio e pepe, la pressione del sangue si riduce e il sistema immunitario si rinforza. Il vostro intero sistema circolatorio vi ringrazierà.

La natura ci offre davvero tanti elementi contro il dolore. Dobbiamo solo imparare a usarli al meglio